Dybala: «Non sono un leader, ma alla Juve mi sento importante»

Iscriviti
dybala
© foto www.imagephotoagency.it

Paulo Dybala parla del suo momento alla Juventus: ecco le parole dell’argentino sul concetto di leader. Le sue parole

Paulo Dybala, nell’intervista concessa a El Pais, ha parlato del concetto di leader e di come questo si declina nella galassia Juve.

LEADER«Il concetto di essere leader è cambiato. Mi sento un giocatore importante, rispettato dai tifosi e dai compagni di squadra, ma non mi sento un leader o cerco di esserlo. Il leader deve trasmettere, deve generare qualcosa di positivo nel gruppo. Non devi urlare o insultare per essere rispettato. Devi sapere quando e come parlare con un compagno. O, semplicemente, a volte non devi dire nulla. Evra, per esempio, era un fenomeno nel trasmettere. O Buffon, che è un signore e riesce a dirti qualcosa solo con la sua presenza».

Condividi