Perugia-Juve 2000, l’ex designatore: «Grande scelta di Collina»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Paolo Bergamo, l’ex designatore della CAN A, è intervenuto sul canale Youtube di Luca Marelli per parlare del match tra Perugia e Juventus

Paolo Bergamo, ex designatore della CAN A, è intervenuto sul canale Youtube di Luca Marelli per parlare dello storico match tra Perugia e Juventus, costato lo scudetto ai bianconeri.

«Quattro mesi prima in una partita arbitrata di Rossi di Ciampino ci fu lo stesso acquazzone di Perugia. Lui interruppe la gara e dopo mezz’ora il campo era praticabile. Noi facemmo un’indagine e scoprimmo che a Perugia accadevano spesso questi acquazzoni ma il campo era molto drenante. Questo è il preambolo. Quando si gioca Perugia-Juve, l’ultima di campionato in cui Lazio e Juve si giocano lo Scudetto. Avviene che scoppia un temporale, io lo so perché ero lì. Il campo si allaga, Collina finisce il primo tempo e inizia una serie di temporeggiamenti perché il regolamento non diceva niente ancora sulla durata dell’intervallo».

COLLINA – «La grande scelta di Collina, secondo me, fu quello che se lui avesse interrotto la gara avrebbe dato un vantaggio alla Juventus. Quindi la gara sarebbe stata ripetuta, ripartendo appunto dallo 0-0 e quindi con 45′ in più da giocare si andava a favorire la Juventus. Lui, facendo tutte queste considerazioni (il campo che avrebbe drenato, una scelta che avrebbe favorito la Juventus che era una squadra stanca, dato che a cinque partite dalla fine aveva 7 punti di vantaggio persi per strada), iniziò una serie di controlli che dimostravano che in alcune zone del campo l’acqua si stava assorbendo; ha aspettato un’ora e dopo questo tempo il campo era praticabile. Questo è al 100% lo scenario di quella partita. Nel secondo tempo il Perugia meritò di più, i giocatori della Juve erano stanchissimi e la Lazio vinse il campionato».

Condividi