Il peso di Andrea Barzagli: da signore della difesa a leader dello spogliatoio

barzagli
© foto www.imagephotoagency.it

Andrea Barzagli ha annunciato il ritiro dal calcio giocato dopo la gara di ieri persa dalla Juventus contro la Spal: lascia un esempio di sport

Nel gennaio del 2011 la Juventus e la sua dirigenza portano a termine un’operazione di mercato rivelatasi poi anni dopo tra le più proficue del calciomercato pallonaro. Andrea Barzagli passa dai tedeschi del Wolfsburg alla Vecchia Signora per l’irrisoria, calcisticamente parlando, cifra di 300.000 euro. Da lì in poi, il difensore nativo di Fiesole si è preso a suon di prestazioni clamorose gli elogi degli addetti ai lavori e il cuore della tifoseria bianconera.

Andrea Barzagli: esempio dentro e fuori dal campo

Al fianco di Bonucci e Chiellini e davanti a Gigi Buffon, ha fatto parte di uno dei reparti più forti e ai limiti dell’insuperabile della storia del calcio internazionale. Roccioso, mai distratto, leader silenzioso: mai sopra le righe, a tratti incontrastato e incontrastabile. Nello spogliatoio uno di quelli che si fa sentire quando serve, ma che con il suo modo di comportarsi dà sempre insegnamenti senza proferire parola. Lascia uno dei più grandi del calcio degli ultimi anni: un esempio, sul campo e fuori.