Pirlo: «Si inizia a vedere qualcosa, importante il dialogo con tutti» – VIDEO

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus, ha parlato al termine del match dello Stadium tra i bianconeri e la Sampdoria

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del match dello Stadium tra bianconeri ed Sampdoria. Il tecnico bresciano ha commentato la prestazione dei suoi uomini.

RAPPORTO COI GIOCATORI – «È importante avere dialogo con tutti. Sono stato calciatore, mi piaceva parlare con gli allenatori. È importante creare questo tipo di rapporto, speriamo prosegua più avanti».

PRESTAZIONE – «Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, peccato non averla chiusa. Poi siamo calati ma siamo rimasti lucidi. Sapevamo che era una partita difficile perchè loro si chudevano e ripartivano con giocatori di gamba. Ma abbiamo gestito bene le loro ripartenze»

FRABOTTA – «Ha fatto un’ottima gara. Si è fatto male Sandro e l’ho scleto. Non ha avuto problemi perché si sta allenando bene e poteva stare in mezzo agli altri giocatori».

MCKENNIE – «È arrivato con qualche giorno in più di allenamento dalla Germania. Ha fatto una buona partita, ma ha sbagliato qualcosa in impostazione. Ma era la prima e possiamo perdonarglielo».

JUVE DI PIRLO – «Ci vorrà del tempo. Non voglio fare un copia e incolla, ma prenderò spunto dalle squadre che hanno impressionato me e il calcio mondiale. Non abbiamo avuto molto tempo per la sosta delle Nazionali, abbiamo fatto solo un’amichevole col Novara ma già oggi si è visto qualcosa. Ci vorrà del tempo per assimiliare, sappiamo che ci mancano dei giocatori. Ma cercheremo di fare del nostro meglio»

CENTROCAMPISTI – «Avevamo quattro centrocampisti centrali che per caratteristiche giocano meglio a due. Stiamo provando a giocare in questo modo, stiamo lavorando da qualche giorno. Poi magari in futuro proveremo a fare dell’altro».

GESTIONE RONALDO – «Ci stiamo pensando, ne abbiamo parlato anche insieme. Ora non è ancora stanco, in futuro quando ci saranno partite meno importanti ci sarà spazio per farlo recuperare. È un ragazzo intelligente che conosce il suo fisico, sa quando deve fermarsi. Dipenderà molto da lui, il dialogo è quotidiano».

PIU’ GIOCATORI DI QUALITA’ IN CAMPO – «Ci proveremo. Dobbiamo trovare il giusto equilibrio. I giocatori di qualità sono sempre ben accetti. Cercheremo la soluzione per far trovare più giocatori di talento possibili».

Condividi