Pistocchi si supera: «Scudetto Napoli? Voglio la rivoluzione»

pistocchi
© foto www.imagephotoagency.it

Il noto giornalista anti juventino si cimenta in un ridicolo discorso di fine anno. Ecco il volo pindarico di Maurizio Pistocchi che auspica l’inizio della “rivoluzione” nel calcio italiano

Un brindisi qui, un brindisi là: a Capodanno non è facile mantenere la mente lucida. Non lo è stato nemmeno per Maurizio Pistocchi, l’anti juventino per eccellenza, che per l’occasione si è pronunciato in un monologo di fine/inizio anno semplicemente surreale. Questa volta l’ex moviolista è andato oltre la facile provocazione, oltre la subdola frecciata. Il buon Pistocchi, in versione “capopopolo”, ha dato vita a un’invettiva contro il dominio bianconero degli ultimi anni, auspicando, nel 2018, la rivoluzione partenopea del sarrismo. Roba da fare accapponare la pelle. Non ci credete? Nemmeno noi lo facevamo, prima di leggere le sue parole.

«Chi ben comincia è già a metà dell’opera. Ma per concludere vittoriosamente la rivoluzione servirà un Napoli rinnovato dal mercato di gennaio e soprattutto la grande, efficace, intensa fede di tutto il popolo napoletano. Perché il Sarrismo è la rivoluzione del calcio italiano. Una squadra, con un budget che è 1/3 di quello dei grandi della Juventus, in testa alla classifica. Se il Napoli dovesse vincere il campionato, la rivoluzione sarebbe compiuta».