Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Juve, pro e contro del Pjanic 2.0: assist Allegri e scoglio ingaggio

Pubblicato

su

Non solo Locatelli: c’è anche Miralem Pjanic nei radar della Juve per un possibile ritorno a Torino del centrocampista bosniaco, in uscita dal Barcellona

La Juventus continua l’estenuante trattativa per Locatelli con il Sassuolo, ma nel frattempo fa più di un pensierino a Miralem Pjanic. L’arrivo di Allegri sulla panchina della ‘Vecchia Signora’ ha aperto le porte ad un ritorno sotto la Mole del nazionale bosniaco, scontento al Barcellona dopo una stagione da dimenticare con la camiseta blaugrana.

Il ‘Pianista’ spinge per tornare ad indossare la maglia bianconere e ritrovare lo smalto di un tempo, perso tra tante panchine in Catalogna. Sbarcato in pompa magna l’estate scorsa in Spagna dopo lo scambio con Arthur, il numero otto piano piano ha perso consensi e soprattutto un ruolo di primo piano nello scacchiere di Koeman. L’ex Ct dell’Olanda nella seconda parte di stagione lo ha messo da parte, con Pjanic che ha accumulato esclusioni e panchine a ripetizione. Da titolarissimo a riserva di lusso il passo è stato breve, con Koeman e la dirigenza del Barça che non contano più sul giocatore.

Calciomercato Juve, ritorno Pjanic: sponsor Allegri, gli scenari

Miralem Pjanic

Il regista classe ’90 è finito perciò sul mercato, ad appena un anno dalla firma fino al 2024 con il Barcellona. Il sodalizio catalano sarebbe disposto a dare il via libera al prestito del bosniaco, anche se per la Juve resterebbe da risolvere il nodo ingaggio: gli 8,5 milioni all’anno che guadagna Pjanic al ‘Camp Nou’ non rientrano nei parametri imposti alla Continassa. Il centrocampista per un eventuale riapprodo a Torino dovrebbe ridursi sensibilmente lo stipendio, altrimenti servirebbe un concreto aiuto del Barcellona. Pjanic al momento non è l’obiettivo numero uno in mediana per Cherubini, con Locatelli che rimane sempre in cima alle preferenze della dirigenza juventina e di Massimiliano Allegri. 

L’azzurro campione d’Europa non esclude comunque l’ex Roma. Il tecnico livornese, infatti, sarebbe ben felice di ritrovare alle sue dipendenze l’ex Roma e non solo per le sue doti balistiche da fermo. L’indizio lanciato nella conferenza stampa di presentazione è stato chiaro, con Allegri che affiderebbe volentieri le chiavi del centrocampo ad un profilo rodato sui prati dell’Allianz Stadium e della classe di Pjanic. Di contro, il rendimento altalenante nelle ultime stagioni del bosniaco e un condizione fisica non sempre ottimale per via dell’età che avanza e di qualche infortunio di troppo. La Juve può sfruttare l’occasione di fronte a determinati presupposti e il Trofeo Gamper di domenica in casa del Barcellona può essere l’assist ideale per il via libera al Pjanic 2.0 in bianconero.