Pjanic torna nella ‘sua’ Lione: salti mortali e quel ricordo Champions

© foto nella foto: Miralem Pjanic

Miralem Pjanic si presenta a Lione da grande ex: ha fatto di tutto per esserci nonostante i problemi all’adduttore

(inviato a Lione) – Gli ultimi problemi all’adduttore lo hanno tormentato non poco. Miralem Pjanic, però, voleva esserci a tutti i costi e ha fatto salti mortali per mettersi a disposizione di Sarri. Per lui, contro l’Olympique Lione, è una partita da ex, un ritorno ai primi anni di una carriera che può ancora regalare tantissime soddisfazioni.

Con la maglia del Lione, la prima rete di Pjanic in Champions League, durante la sua seconda stagione transalpina, 2009/2010: su punizione, contro l’Anderlecht. In Francia si è formato e migliorato, anche se deve molto di più al successivo trasferimento in Italia, dove ha avuto l’opportunità di perfezionarsi sul piano tattico.

Pjanic è tra i punti fermi della Juve di Sarri, anche se “Mister 150 palloni” solo una volta è riuscito a raggiungere il numero prefissato dal tecnico. Resta, però, il maggiore punto di riferimento della manovra.

Condividi