Prandelli lancia la Juventus: «Tra le favorite in Europa». E su Ronaldo…

prandelli
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex allenatore di Valencia e Nazionale indica i bianconeri tra i favoriti alla prossima Champions League. E avverte sul Valencia

Cesare Prandelli ha parlato a Il Corriere di Torino della Juventus di Massimiliano Allegri. Una Juventus che viene eletta da Prandelli come una delle favorite per la prossima Champions League. Ma l’ex ct della Nazionale ha avvisato anche i bianconeri che a Valencia non sarà facile.

«Il Mestalla è sempre una bolgia – avvisa Prandelli -, uno stadio in cui i tifosi si fanno sentire. La Juventus è attesa da una prova molto difficile, e non soltanto per questioni puramente ambientali. Penso che il Valencia, soprattutto in casa, sia l’avversario più insidioso del girone dei bianconeri, più ancora del Manchester United. La Juve è di diritto tra le cinque grandi favorite, con Real, Liverpool, Manchester City e Psg. Certo, partendo con l’obiettivo esplicito di vincere la Champions le aspettative sono sempre più alte. I giocatori dovranno dare qualcosa in più del solito. Idem l’ambiente bianconero». Infine, Prandelli ha parlato dell’arrivo in Italia di Cristiano Ronaldo«È l’osservato speciale, raddoppiato e a volte triplicato nelle marcature. L’avvio è stato dunque un po’ complicato, ma lui ha aperto spazi per i compagni. Per i gol è solo questione di tempo. Ha avuto molte occasioni, ne avrà sempre di più. Il suo impatto sul campionato è comunque stato devastante. Chi ha avuto il colpo di genio di prenderlo ha pensato all’insieme del calcio italiano: Ronaldo è un riferimento per tutti. Allegri sta lavorando per una Juve con quei tre davanti. Proverà e riproverà, magari dovrà modificare qualcosa a livello di assetto, bloccando i terzini. Ronaldo è l’unico imprescindibile, gli altri devono adattarsi. A partire da Dybala, che non è tagliato fuori perché salta l’uomo e gioca in verticale come vuole Allegri».

Articolo precedente
khediraKhedira in scadenza. Gli Stati Uniti chiamano, ma la Juve ci spera
Prossimo articolo
Premio Modric, Dalic torna alla carica: «Ronaldo forte, ma…»