Prandelli: «Non c’è squadra più forte della Juve e Allegri non si tocca»

prandelli
© foto www.imagephotoagency.it

Cesare Prandelli, ex Ct della Nazionale, ha parlato di Juventus e ha detto la sua sulla Champions, su Allegri e Fiorentina-Juve

Cesare Prandelli, ex allenatore della Fiorentina, ha parlato ai microfoni di RMC Sport. L’ex Ct della Nazionale non si è soffermato solamente sul match di sabato, Fiorentina-Juventus, ma ha analizzato anche l’operato di Allegri e l’obiettivo Champions dei bianconeri.

CHAMPIONS LEAGUE – «Juve proiettata alla vittoria della Champions?
Tutti all’inizio della stagione con l’arrivo di Ronaldo e con questa compattezza sognano di vincere. La Juve sta dimostrando di aver trovato una strada incredibile: sono sempre sul pezzo, hanno sempre l’obiettivo di vincere giocando bene, con carattere. È una squadra vera e consapevole dei propri mezzi. La Juventus sta confermando di non avere punti deboli, anche contro il Manchester United ha dominato: ci vuole anche un po’ di fortuna per raggiungere il traguardo. Ronaldo ha portato consapevolezza al club bianconero, trasmette positività anche quando non segna. Non vedo squadre più forti della Juventus.»

ALLEGRI – «Non possiamo mai metterlo in discussione. Ha dimostrato di avere competenza, bravura, capacità di gestione e relazione con qualsiasi giocatore senza perdere il proprio ruolo. Se critichiamo Allegri non ci siamo proprio.»

FIORENTINA-JUVENTUS – «Sarà una partita complicata per la Juventus a Firenze: i tifosi viola sperano di batter ei bianconeri. Chiesa? Sta bene a Firenze, deve rimanere lì e diventare un leader. Deve crescere ancora molto, è un ragazzo giovane ma con una grande personalità e una tecnica che in pochi hanno in Italia.»