PUNTO A CAPO – Juve, la maglia e una tradizione irrinunciabile

© foto Twitter La Maglia Bianconera

Dalla prossima stagione sulla prima maglia della Juventus tornano le strisce verticali. La storia al passo coi tempi

Innovazione e rispetto delle tradizioni sono elementi difficili da conciliare, ancora di più per una società che ha radici lontanissime (1897) ma è sempre più proiettata al futuro. Cambiare e rinnovarsi è assolutamente necessario per rimanere al passo coi tempi, e la Juventus negli ultimi anni ha fatto salti in avanti decisivi: dal lancio del nuovo logo nel 2017 a un’attenzione crescente ai mercati orientali, accompagnata dalla tournée a Singapore, Nanjing e Seoul e dalla richiesta di giocare più partite possibili di A alle 15, per una maggiore visibilità proprio nel mondo asiatico.

Il fatturato è in crescita, l’emissione del bond seguita dall’aumento di capitale di 300 milioni garantiscono stabilità, l’acquisto di Ronaldo ha rilanciato le quotazioni bianconere in una nuova dimensione a livello di marketing. Ma alcune tradizioni sono imprescindibili, e probabilmente è anche per questo motivo che dopo la sperimentazione di questa stagione, dall’anno prossimo sulla prima maglia della Juventus torneranno le strisce verticali, come anticipato da “La maglia bianconera”. Un sguardo alla storia per impostare il futuro.