PUNTO A CAPO – L’atteggiamento di Sarri si intuisce dai terzini

© foto Twitter

Le scelte di Sarri sono significative, in questo momento Alex Sandro e Cuadrado garantiscono più spinta e una maggior proiezione offensiva

Cuadrado è un attaccante, Alex Sandro un esterno utilizzato (l’anno scorso contro il Toro ad esempio) anche largo a sinistra nel tridente offensivo. In questo momento sono loro i terzini “titolari” della Juventus, una scelta strategica di Maurizio Sarri per una squadra a trazione anteriore. Danilo e De Sciglio sono ottime alternative ma in questo momento nelle gerarchie di spogliatoio partono un passo indietro rispetto ai sudamericani.

La Juve da quest’anno cerca di giocare con la difesa più alta possibile, e con gli esterni – avversari permettendo – in costante supporto alla fase offensiva. È il chiaro marchio di fabbrica di un’impostazione sarriana molto lontana dalle idee di gioco di Allegri, che preferiva terzini di contenimento (Barzagli, De Sciglio) e una linea difensiva più bloccata. La transizione da Allegri a Sarri è evidente, con il pressing di de Ligt a volte quasi a centrocampo e i due terzini in proiezione offensiva: Sarri sta provando a mettere le ali a questa Juventus.