PUNTO A CAPO – L’exit strategy di Khedira: addio a gennaio, sogno Mou

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista ha lanciato segnali inequivocabili: sogna la Premier ed è pronto all’addio già a gennaio

Chissà che effetto fa a un campione navigato ritrovarsi improvvisamente lontano dall’agonismo, e dal progetto della nuova Juve di Pirlo. Sami Khedira non tocca il campo da gioco da 5 mesi e probabilmente non lo farà fino a gennaio, intanto sta preparando il terreno e si guarda intorno, strizzando l’occhio alla Premier League. Avrebbe già potuto essere lì da mesi, ma nell’ultima sessione di mercato non ha trovato l’accordo con la Juventus, nonostante le trattative ad oltranza con Paratici. Risultato: la società non è riuscita a sgravare il bilancio di un ingaggio da 6milioni circa e il giocatore da quel momento è fuori rosa.

La sua idea era di andare a scadenza, ma qualcosa ultimamente è cambiato, l’assenza del campo si fa sentire e in questo momento Khedira sta valutando seriamente la possibilità di un addio a gennaio, secondo la Bild con l’unica condizione di rimanere in Europa. Ha lanciato segnali inequivocabili dalla Germania, dal sogno Premier a due grandissimi allenatori a cui non direbbe di no. Ancelotti e Mourinho. Khedira sembra aver fatto la sua scelta, ora tocca alle società inglesi farsi sotto per trovare un accordo che soddisfi il giocatore, sullo sfondo – ma non troppo – la Juventus, in attesa di ricevere una comunicazione ufficiale dal giocatore e poterlo depennare dal monte stipendi. Cinque scudetti in bianconero, quasi tutti da protagonista, Mondiale e Champions: nonostante gli infortuni e l’età Khedira non vuole chiudere la carriera da comparsa.

Condividi