Radio International: «Speriamo cada l’aereo della Juve». E arriva la multa

© foto www.imagephotoagency.it

Indecorosa affermazione da parte di un ascoltatore durante la trasmissione radiofonica “Made in Bo” dello scorso 27 maggio. Ma a far gridare allo scandalo è l’atteggiamento del conduttore: Radio International pesantemente multata

Certe cose non vorremmo vederle né sentirle: mai e poi mai. Juve o non Juve: è un discorso più universale. Purtroppo il mondo del calcio è spesso teatro di episodi che non rientrano minimamente nei confini della decenza. E questo è proprio il caso di quanto accaduto, lo scorso 27 maggio, durante la trasmissione “Made in Bo” di Radio International. Nel corso del programma, un ascoltatore è intervenuto in collegamento telefonico, evidentemente in preda al delirio, sentenziando: «Questi riescono a rubare anche le partite che non contano. Io spero che venga giù l’aereo che li porta a giocare la Coppa dei Campioni». Un’affermazione che si commenta da sola e che, cosa ben più grave, è stata apprezzata e condivisa dal conduttore della trasmissione. Pazzesco.

Così, a distanza di ben 7 mesi, è arrivato il pesantissimo provvedimento dell’Agcom per violazione del Codice di autoregolamentazione dell’informazione sportiva. La sanzione ammonterà alla bellezza di 10mila euro. Tanto, sicuramente, ma forse non abbastanza per le ingiurie pronunciate durante quella trasmissione. La speranza, quella ci rimane, è che l’accaduto possa servire da lezione per il futuro. Il passato, anche recentissimo, ci ha insegnato che l’ignoranza è stata troppo spesso foriera di nocive polemiche e pericolosi veleni.