Connettiti con noi

Juventus U23

Ranocchia Juve: rinnovo in mente. I “no” di gennaio, Allegri e il futuro

Pubblicato

su

Ranocchia Juve: rinnovo in mente. I “no” di gennaio, Allegri e il futuro del centrocampista, ora in prestito al Vicenza

Tra i giocatori osservati a distanza da parte della Juve c’è sicuramente Filippo Ranocchia. Stagione formativa in prestito al Vicenza per il centrocampista, che già aveva assaggiato la B da giovanissimo al Perugia, ed ora si sta ritagliando un ruolo da protagonista nella formazione di Brocchi. Passato, presente e futuro: tre tappe che han segnato e segnano il suo destino in questa stagione.

Ranocchia Juve: i numeri della stagione del centrocampista al Vicenza

Sono 23, fino a questo momento, le presenze di Ranocchia in Serie B con la maglia del Vicenza. Di Carlo prima, Brocchi poi, hanno puntato sul centrocampista fin da subito, dandogli responsabilità e utilizzandolo con grande regolarità. Solamente tre volte è partito dalla panchina: nelle restanti 20, infatti, il classe 2001 è sempre stato schierato dal primo minuto. Un assist ad impreziosire i numeri, ancora a secco di gol in cadetteria. Lo stesso Brocchi, in un’intervista, ha tessuto così le lodi di Ranocchia: «È un giocatore di categoria superiore, arriverà ad alti livelli. Ha qualità, personalità e tecnica che gli permetteranno di arrivare in alto. Peccato che il nostro campionato e soprattutto la nostra classifica non mettano in luce le sue prestazioni».

Ranocchia Juve: retroscena a gennaio. I tanti “no” sul cambio maglia

Le prestazioni e la crescita di Ranocchia a Vicenza hanno attirato le sirene di mercato a gennaio. Il centrocampista, infatti, ha ricevuto diverse richieste, sia dalla Serie A sia dalla Serie B. Venezia prima, poi Sampdoria e Cagliari avevano posato gli occhi su di lui, garantendogli fin da questa stagione il salto di categoria. In B, invece, interesse di Cremonese e Brescia, che viaggiano rispettivamente in prima e quinta posizione. Proprio a Cremona avrebbe ritrovato alcuni suoi ex compagni alla Juventus: Fagioli, Zanimacchia, Rafia e mister Fabio Pecchia con il quale, nel 2019/20, ha esordito in Serie C con l’Under 23 quando militava ancora in Primavera. È stato il Vicenza ad avere l’ultima parola, dicendo “no” alle tante proposte pervenute.

Ranocchia Juve: il futuro. Allegri e il discorso rinnovo

Il futuro. In estate scadrà il prestito di Ranocchia al Vicenza, con il 2001 che tornerà alla base, alla Juventus. Da capire, a quel punto, quale decisione verrà presa per il percorso di crescita del giocatore, che avrà ormai alle spalle un anno di esperienza in più in Serie B e potrebbe essere pronto a compiere il salto in A. D’altronde, la strada l’aveva già tracciata Massimiliano Allegri durante una conferenza stampa, disegnando il cammino di Ranocchia come degli altri giovani prospetti bianconeri: «La Seconda squadra è molto importante perché anticipa la crescita, ma poi c’è la Serie B dove devono giocare tante partite, una medio-bassa Serie A e poi a quel punto lì valuti se possono stare nella Juventus o in altre squadre. Questo è il percorso che da quest’anno abbiamo deciso, ad esempio, con Fagioli e Ranocchia, altrimenti è solo una perdita di tempo».

Ranocchia gode della stima di Allegri, che già nel pre-campionato aveva sottolineato le qualità del suo giocatore: «Ci sono molti ragazzi giovani: da Kulusevski a De Ligt, De Winter e Ranocchia nel settore giovanile hanno lavorato bene». Il suo contratto con la Juventus scade il 30 giugno 2023: nelle prossime settimane, il club bianconero inizierà ad imbastire il discorso rinnovo. Non si è ancora parlato di cifre o altri dettagli, ma è chiara la volontà di blindare il proprio calciatore in vista del futuro.

CLICCA QUI PER L’INTERVISTA ESCLUSIVA DI JUVENTUSNEWS24 A FILIPPO RANOCCHIA