Connettiti con noi

News

Rinnovi Juve: da Bernardeschi a De Sciglio, TUTTI gli aggiornamenti dopo il caso Dybala

Pubblicato

su

Rinnovi Juve, TUTTI gli ultimi aggiornamenti da casa bianconera dopo il caso Dybala. Ecco come procedono le trattative

Il divorzio da Paulo Dybala è stata la prima risposta alle trattative per i rinnovi dei giocatori in scadenza in casa Juve. Un primo taglio netto al monte ingaggi con la decisione di dire addio al numero 10 argentino e la possibilità che, la Joya, non sia l’unico calciatore a dover salutare al termine di questa stagione. Da De Sciglio a Bernardeschi, passando per Cuadrado e Perin, il club bianconero valuta una per una le varie situazioni di quei giocatori che potrebbero rappresentare dei validi rincalzi (difficilmente saranno titolari) in vista della prossima stagione.

DE SCIGLIO

Per quanto riguarda il terzino, si va verso la firma. L’incontro inizialmente previsto per oggi è stato rinviato e, prima della prossima settimana, in agenda non ci sono summit in programma con i vari procuratori. L’accordo per l’ex Milan, però, potrebbe arrivare a partire dalla prossima. Un prolungamento triennale con uno stipendio inferiore a quello attualmente percepito dovrebbe portare alla fumata bianca.

CUADRADO

Discorso praticamente simile per Cuadrado, pronto ad apporre la propria firma su un biennale da 3,5 milioni, cifra che già ora entra annualmente nelle casse del polivalente colombiano.

PERIN

Indeciso sul da farsi, invece, è Mattia Perin. Il portiere a Torino sta bene e sente la fiducia di Allegri e dell’ambiente, ma davanti a lui potrebbe farsi strada la possibilità di cercare una nuova sfida per giocarsi un posto da titolare, cosa che in bianconero appare al momento improbabile visto il rendimento tenuto da Szczesny.

BERNARDESCHI

Verso il divorzio, infine, Federico Bernardeschi. L’esterno non convince in campo da ormai diverso tempo nonostante la stima del tecnico nei suoi confronti e le esose richieste spaventano la Juve. L’ex Fiorentina vorrebbe un ricco rinnovo alle stesse cifre attuali, mentre la società, apparsa contrariata da questa richiesta al rialzo, sarebbe pronta a trattare solamente se si potesse scendere sotto i 4 milioni di euro. Al momento, però, non si registra un’apertura su questo fronte. Quale possibile futuro, per lui, lontano da Torino? Nelle ultime ore avanza la candidatura della Lazio, caldeggiata da Maurizio Sarri, suo grande estimatore.