Riscatto Cuadrado: spunta la clausola Scudetto

cuadrado
© foto www.imagephotoagency.it

Il prestito di Juan Cuadrado ha durata triennale e scadrà a giugno 2019, ma l’obbligo di riscatto da parte della Juve si sta avvicinando sempre di più

Se la Juve dovesse vincere il suo sesto Scudetto consecutivo ci sarebbe poi anche un motivo in più per festeggiare. E quel motivo ha un nome e un cognome: Juan Guillermo Cuadrado. Il suo cartellino è sempre di proprietà del Chelsea, ma a differenza dell’anno scorso, quando la Juve lo prese con un prestito secco, i termini di accordo con i blues sono cambiati. Si tratta sempre di prestito (di durata triennale), ma con l’obbligo di riscatto legato al raggiungimento o meno di certi obiettivi sportivi nel corso della stagione. Principalmente due: la conquista dello Scudetto ed il conseguimento di un certo numero di presenze, che ormai Cuadrado con il passaggio definitivo al 4-2-3-1 si accinge a superare. La Juve in questo caso dovrebbe versare 25 milioni nelle casse del Chelsea spalmabili nell’arco di tre anni. Per ogni altro anno di prestito inoltre vanno 5 milioni ai londinesi, più altri 4 legati a bonus ulteriori. Insomma un motivo in più anche oltre Manica, per Conte e i suoi, che li spinge a tifare Juve. In ogni caso il colombiano sta dimostrando sul campo di valere l’investimento fatto ad inizio stagione.

Articolo precedente
tavecchio-abodiTavecchio rieletto presidente Figc, sconfitto Abodi
Prossimo articolo
marottaMarotta conferma Allegri: «Andiamo avanti insieme»