Connettiti con noi

Hanno Detto

Rosucci: «Siamo tra le grandi, ma non ci basta più. Volevamo la semifinale» – VIDEO

Pubblicato

su

Rosucci: «Siamo entrate tra le grandi, ma non ci basta più. Siamo orgogliose ma deluse: volevamo la semifinale»

Martina Rosucci è intervenuta in conferenza stampa dopo l’eliminazione in Champions League della Juventus Women per mano del Lione. Di seguito le sue parole.

ELIMINAZIONE – «Il Lione è una squadra creata per vincere e lo sappiamo. Abbiamo fatto di tutto ma ci è mancato cinismo. Quando crei occasioni devi concretizzarle. Oggi nel primo tempo uno potevamo farlo e se lo fai cambia tutto. Non voglio recriminare niente. Mi dispiace perché ci abbiamo creduto oggi e all’andata. In Europa siamo sempre un pochino penalizzate a livello arbitrale, era già successo l’anno scorso ed è successo di nuovo. Penso che certe cose siano state evidenti ma questo non toglie i meriti al Lione che è una grandissima squadra».

LIONE – «L’anno scorso uscire con il Lione non ci avrebbe fatto male e non ci avrebbe fatto arrabbiare, avevamo già fatto tanto ed esserci era sufficiente. Questa stagione è stato diverso perché siamo entrate tra le grandi. Sono molto arrabbiata perché io e le mie compagne ci credevamo tanto e quindi non è più sufficiente solo giocare queste partite. Stiamo lavorando per arrivare a fare sempre di più e volevamo arrivare in semifinale».

JUVE – «Io sono nata con questa maglia addosso. Sono qui dal primo giorno con questa squadra, giocare certe partite è un orgoglio grandissimo. Ho giocato questo anno tutte le partite di Champions League e non posso che ringraziare dando tutta me stessa. C’era bisogno di portare in avanti la squadra gli ultimi minuti, secondo me potevamo fare un altro gol. È andata così, io ho cercato di dare tutto come ogni volta che scendo in campo con questa maglia».

CAMMINO – «Io penso che quello che abbiamo dimostrato noi in Champions questo anno non l’ha dimostrata nessuna squadra italiana. Abbiamo davvero dimostrato di fare paura alle grandi: abbiamo eliminato il Chelsea e battuto il Wolfsburg fuori casa, abbiamo battuto il Lione. L’arrivo del mister ci ha dato la forza di credere in quello che siamo, ci ha dato consapevolezza. È stato fatto un grande lavoro ma è solo l’inizio. Vogliamo arrivare in alto».

ERRORI – «Quando si perde e si fa tesoro degli errori si cresce. Se noi non avessimo giocato tutte queste partite di Champions non saremo arrivate qui. Le mie lacrime erano perché ci credevo, credevo in questo obiettivo, che non era un sogno perché i sogni sono difficilmente realizzabili. Dobbiamo essere orgogliose di noi. Siamo arrabbiate perché ci credevamo, questo percorso ci ha portato a crederci. Penso che tutta l’Italia sia orgogliosa di noi e se non lo sono devono esserlo».

Facebook

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.