Rugani per A Casa Con La Juve: «Sto bene, è stata una bella botta»

Rugani per A Casa Con La Juve: il difensore bianconero risponde alle domande dei tifosi. Le sue dichiarazioni

Questo pomeriggio, alle 15.00, Daniele Rugani è stato ospite del format A Casa con La Juve, in diretta insieme a Martina Rosucci e ospite di Enrico Zambruno e Claudio Zuliani.

Il difensore della Juve risponde alle domande dei tifosi che, per soddisfare le proprie curiosità, hanno twittato con l’hashtag #ACasaConLaJuve. E’ stata l’occasione per Rugani di svelare alcuni retroscena e curiosità di questo momento. Juventus News 24 ha seguito LIVE l’appuntamento.

«Sto bene, come ho scritto sono stato sempre abbastanza bene, non ho avuto sintomi come si è scritto. E’ stata una bella botta perchè sono stato il primo nel nostro ambiente, però adesso sto bene. Spero sia servito a sensibilizzare la gente su questo grave problema. È stata una botta perché c’è stato un boom mediatico. Ringrazio tutti qui pubblicamente per i messaggi ricevuti. Io sto bene, state tranquilli. Supereremo tutti questa situazione».

SERIE TV «Io sto finendo praticamente Netflix. Vi consiglio Contrattempo, è un thriller che dura poco e non è pesante».

IDOLO – «Ho sempre comprato tutti gli anni la maglia di Del Piero, essendo tifoso juventino, anche se sono sempre stato un difensore».

MOMENTI PIU BELLI «Sul campo sono indeciso, ma penso sia stato il primo Scudetto vinto, la prima passerella allo Stadium con tutti i tifosi che mi acclamavano, ricevendo la medaglia. Nella vita, non lo so, diciamo che le due cose sono abbastanza collegate, qualcosa che riguarda il calcio».

TRE DOMANDE A RUGANI SU MARTINA – «Martina Rosucci è nata a Torino, prima giocava al Brescia. Il fratello gemello si chiama Filippo (sbagliato, si chiama Matteo)».

COMPAGNO PIU SCHERZOSO«Ne metto due, sono Pinsoglio e Buffon, non so chi mettere prima».

PRIMA COSA DA FARE DOPO LA QUARANTENA – «Sarà abbracciare le persone care, sono qua in Hotel sono da solo, la quarantena è lunga un po’ noiosa. Voglio abbracciare i miei cari».

LIBRI DA LEGGERE – «Sto leggendo i libri di Harry Potter, in inglese, per imparare a leggerlo dato che è facile, scritto per i bambini. Ho comprato anche il libro di Bonansea, lo leggerò e ho trovato alcune pagine molto interessanti, perchè mi ci rivedo nelle prime difficoltà».

Condividi