Sacchi: «Sarri deve convincere i giocatori della nobiltà delle sue idee»

Iscriviti
sacchi
© foto www.imagephotoagency.it

Sacchi: «Sarri deve convincere i giocatori della nobiltà delle sue idee». Così l’ex tecnico sull’operato dell’allenatore bianconero

Nel suo editoriale su Gazzetta, Arrigo Sarri ha diffusamente parlato della Juventus di Maurizio Sarri, appena sconfitta dalla Lazio in Supercoppa.

Così: «La Juve invece sta cercando di seguire le idee di Sarri. La proposta di un calcio totale si scontra con il tempo e le differenti caratteristiche di alcuni giocatori. Ma per vincere la storia ci dice che il collettivo e il calcio offensivo sono determinanti. Senza collettivo si vince qualche volta giocando in difesa e altre grazie a un gruppo formato da fuoriclasse ma svenandosi economicamente. Maurizio è uno dei migliori maestri, cerca di dare alla propria squadra armonia e sinergia. Le sue squadre praticano un football offensivo e ottimista. Cercano di avere il comando del gioco come percorso per aumentare soluzioni, autostima e vittorie. Il suo calcio si nutre di passione, generosità, entusiasmo e coraggio. (…) È una sfida vincente solo se Maurizio convincerà i giocatori della nobiltà delle sue idee. Aver trovato una rosa già fatta gli richiederà più tempo per abituarli ad un calcio che vada oltre il singolo. In bocca al lupo».

INTERE E SCUDETTO – «La Juve che ha dominato negli ultimi 8 anni, quest’anno oltre alla sorpresa della Lazio se la dovrà vedere con l’Inter di Conte. (…) L’Inter sarà un avversario ostico sino alla fine. Lo spirito di squadra e le motivazioni sono già elevatissime, le capacità del tecnico fuori discussione, pertanto i nerazzurri presseranno sempre di più. Sarà un campionato più incerto ed equilibrato dei precedenti. Spero più divertente e bello e che alla fine vinca chi avrà meritato di più».

Condividi