Sarri gonfia il petto: «Alla Juve nessuno come me negli ultimi 50 anni»

Iscriviti
sarri
© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Sarri gonfia il petto e parla dei suoi numeri nel corso della prima stagione sulla panchina della Juventus: le sue parole

Maurizio Sarri, intervenuto in conferenza stampa, snocciola alcuni dati relativi alla sua prima stagione sulla panchina della Juventus.

SARRI – «Al di là di qualche partita che abbiamo sbagliato, il nostro percorso è stato buono. Tutte le squadre hanno 5-6 partite in cui non riesce nulla. Era dal ’55 che un allenatore esordiente alla Juve non faceva una media punti così. Lavorando in un ambiente in cui la vittoria è un’abitudine è tutto più difficile nell’ambiente collettivo. La vittoria non è scontata, non è la normalità ed è un evento eccezionale. Noi siamo arrivati fin qui e vogliamo trasformare questo in qualcosa di concreto. Dal punto di vista tattico non abbiamo avuto la possibilità di lavorare molto e da qui in avanti le partite saranno molto ravvicinate. Dal punto di vista mentale è stato un periodo difficile, quanto difficile dipende da caso a caso. Sono quei periodi inaspettati dalla vita in cui ti trovi davanti a qualcosa di mostruoso e inatteso. Non ne esci come prima. Hai la possibilità di diventare migliore o anche la probabilità di uscirne peggiori. Io stesso mi sono riscoperto meno intransigente con loro. Anche per il percorso che ho fatto negli ultimi mesi con loro».

Condividi