Sarri: «Volevamo la vittoria a tutti i costi. Ora pensiamo al primo posto»

sarri
© foto nella foto: Maurizio Sarri

Maurizio Sarri, allenatore della Juve, ha parlato al termine del match di Champions tra i bianconeri e la Lokomotiv

Maurizio Sarri ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del match di Champions League tra i bianconeri e la Lokomotiv Mosca. Il tecnico toscano ha commentato la gara, terminata 2-1 per la sua Juve, che è approdata agli ottavi.

LA GARA«Non è stata una delle migliori prestazioni, abbiamo concesso tante ripartenze, sapevamo che sarebbe stata una gara di questo tipo. Nel primo tempo troppe palle perse, nel secondo tempo troppi giocatori sulla linea della palla e una circolazione molto lenta con tanti rischi. Buono l’aspetto caratteriale, la squadra voleva la vittoria a tutti i costi e l’ha raggiunta con Douglas Costa e Higuain».

CAMBIO RONALDO«Era arrabbiato perché non stava benissimo. Da qualche giorno ha un fastidio al ginocchio, gli si affatica l’adduttore con facilità. A fine primo tempo gli stava dando problemi. Su un’accelerazione ho visto un movimento che non mi piaceva e ho preferito toglierlo».

DOUGLAS COSTA«È stato fermo a lungo, piano piano sta risalendo. Sull’accelerazione non è ancora quello di prima ma comunque la qualità è tantissima. Può giocare in qualsiasi ruolo».

CAMBI «Dovevamo far rifiatare qualcuno. Bernardeschi ha giocato tantissimo ultimamente. Abbiamo preferito alternare Rabiot e Matuidi. Era una situazione non tranquillissima sulla tenuta dei 90 minuti. Abbiamo fatto scelte, abbiamo cambiato tanto rispetto alle ultime volte, però c’era la sensazione che la squadra potesse accusare un po’ di stanchezza».

RISULTATO «Il risultato era importante, ottenere la qualificazione con 2 giornate di anticipo non è semplice. Adesso pensiamo alla possibilità di arrivare primi ma già essere qualificati è tanto»