Sconcerti: «La Juventus ha dei dubbi su Sarri e Paratici»

sconcerti
© foto www.imagephotoagency.it

 

Sconcerti: «La Juventus ha dei dubbi su Sarri e Paratici». Le parole del noto giornalista sul momento dei bianconero

Mario Sconcerti, noto giornalista, ha parlato di Juventus a TMW Radio.

MOMENTO JUVE – «Tranne qualche fiammata di un tempo, la Juventus non è mai progredita. Fino ad arrivare alla partita di Napoli e a quella col Verona, in cui ha preso due gol dopo il vantaggio. È stata sempre sotto palla, sotto assalto. Si è vista una squadra che o non si trova o non ha voglia di trovarsi. Sarri mi è sembrato abbastanza rassegnato che con la Juve avrebbe dovuto cambiare metodo, perché i giocatori hanno troppa certezza delle proprie capacità. Mi sembra sia stato lui il primo a cedere. Dalla panchina non ci sono più giocatori che possono cambiare la partita, è una squadra normalizzata. Pjanic ha perso la testa, ho l’impressione che non ci stia capendo più niente in tutti i compiti che deve svolgere. Sono due mesi che prende insufficienze».

SCELTA SARRI – «Non sta funzionando nel mondo della Juventus. Non si poteva pretendere, ma Sarri ha fatto poco. Vive la Juve con tanta ammirazione e rispetto da non riuscire a ordinare le cose ai giocatori. La proprietà ha già dei dubbi sicuramente, si fanno già domande sia su Sarri che Paratici. Neanche lui sta uscendo in modo splendido da questa stagione. Ma adesso non è il momento in cui darsi le risposte: c’è una semifinale di Coppa Italia importante, il campionato e ricomincerà la Champions. Fino a Juve-Inter non può succedere niente. È tutto aperto ma la strada comincia a segnarsi».

RITORNO ALLEGRI – «Sarebbe impossibile. Lui comunque ha un contratto e dovrebbe tornare in caso di chiamata, a meno che rinunci ai soldi. Lui è già in Inghilterra, credo abbia già qualcosa di firmato ma questa è una mia convinzione».

RONALDO – «Fermo restando il suo rendimento, rimane un corpo solitario: è un fattore destabilizzante. Davanti ci sono altri due giocatori che sanno già che uno andrà in panchina e l’altro verrà sostituito. È un qualcosa che potrebbe soffocare Higuain e Dybala. Tutto però è cominciato dall’infortunio di Chiellini, Bonucci-De Ligt non si completa per caratteristiche. Prima di arrivare al problema Ronaldo quindi ce ne vuole».

POGBA-JUVE – «Dentro un progetto di mercato la società potrebbe mettere dentro anche il suo ritorno».