Sibilia: «Preso atto della situazione in maniera responsabile e coerente»

© foto www.imagephotoagency.it

Sibilia: «Preso atto della situazione in maniera responsabile e coerente». Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti sul Coronavirus

Cosimo Sibilia, Presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vicepresidente vicario della Federazione Italiana Giuoco Calcio, ha parlato ai microfoni di Radio Marte della situazione Coronavirus correlata al calcio.

SITUAZIONE – «Abbiamo preso atto della situazione Coronavirus in maniera responsabile e coerente. Non ci abbiamo pensato due volte ed abbiamo sospeso tutto. Oltre 2000 partite sospese tra Lombardia e Veneto. Ogni anno organizziamo oltre 600 mila gare, quanto fatto ci è sembrato coerente e responsabile. Qualcun altro non è stato altrettanto responsabile? Europa League e Champions League sono state sospese soltanto adesso, hanno aspettato un po’ di tempo prima di farlo. Il nostro è un esercito, abbiamo migliaia e migliaia di squadre, servono ambulanze e tantissime persone a disposizione per ogni partita».

SOSPENSIONI E PLAY OFF – «Era indispensabile intervenire in attesa della fine dell’emergenza. Gli Europei verranno sospesi? Se ne sta cominciando a parlare, credo che tutti dobbiamo tenere in debito conto quello che sarà il parere degli scienziati, che dovranno dirci se entro aprile la situazione potrà migliorare e ne dobbiamo riparlare tra qualche giorno, ma si sta pensando a misure forti come lo spostamento della competizione. I playoff di Serie A per concludere il campionato? Io sono per i risultati conseguiti sul campo. Ci sono realtà professionistiche, anche regionali come il Benevento, alle quali non puoi parlare di playoff perché gli manca solo il conforto matematico per andare in Serie A. Spero che i playoff nelle varie categorie siano solo un’ipotesi e che, alla fine, si sposti tutto, partendo dall’Europeo, per poi giocare i campionati in estate, riprenderli da dove sono stati interrotti e finirli conquistando tutto sul campo».

Condividi