Connettiti con noi

Hanno Detto

Stramaccioni: «Juve-Inter 1-3? Che ricordi, era una macchina da guerra»

Pubblicato

su

Andrea Stramaccioni ricorda la vittoria contro la Juventus all’Allianz Stadium: ecco le sue dichiarazioni sulla gara

Andrea Stramaccioni, ai microfoni di Sky Sport, ricorda il successo sulla Juve all’Allianz Stadium per 1-3, prima sconfitta bianconera nel nuovo stadio.

JUVE INTER «Juve-Inter 1-3 è un ricordo molto bello, un traguardo rimasto nella memoria di molti tifosi. Sia conte che pirlo erano insieme quella volta dalla stessa parte, mentre domani saranno avversari. Quella Juve simile a questa Inter? Avendo l’Inter nel cuore, spero lo diventi. Ancora non lo è. L’Inter ha messo un primo tassello che è punto di partenza anche per gli interisti. Credo che Conte e Inter società hanno postole  basi per ciclo importante. La Juve che incontrammo era macchina di guerra già rodata».

DYBALA E RONALDO  – «La stagione di Dybala è stata difficile da giudicare positiva per tantissimi motivi. È mancato alla Juve come imprevedibilità, capacità di fare raccordo tra attaccanti e centrocampisti. Ronaldo è Ronaldo. Queste sono le sue partite, difficilmente le sbaglia».

PIRLO – «Il più grande dilemma Pirlo è stata la formazione tipo. Ha detto che non era facile organizzare al meglio i giocatori in una struttura tattica. A me la Juve ogni volta che si è appiattita in un 4-4-2 non mi è piaciuta. Quando è diventata un 4-3-3 imprevedibile, sembrava avere margini di miglioramento. Il 4-4-2 di Pirlo quest’anno, contro le difese a 3, ha sempre fatto un po’ più fatica del solito. Prevederà qualcosa nelle ultime due partite contro squadre che giocano con la difesa a 3. Contro l’Inter è una finale».