Tacchinardi indignato: «Una follia parlare di Calcopoli bis»

alessio tacchinardi
© foto www.imagephotoagency.it

Tacchinardi: «Una follia parlare di Calciopoli bis». L’ex centrocampista della Juventus  parla della questione rinvii

Alessio Tacchinardi, ex centrocampista della Juventus, ha parlato ai microfoni di Tuttosport in merito all’emergenza Coronavirus ed alla questione dei rinvii in Serie A.

RINVII E POLEMICHE- «Devo dire che la Juve si sta comportando da vera signora. Ascolta, lascia parlare gli altri, anche troppo, visto che tutti o quasi hanno avuto reazioni esagerate, e magari si sarà anche stufata. La Juve se deve giocare gioca, altrimenti non lo fa. Invece tutti hanno parlato prima di sapere le cose. All’Inter è stato anche chiesto se volevano giocare il lunedì… Poi, però, siamo alle solite: c’è chi parla di Calciopoli bis e mi sembra una follia. Io ho giocato per 11 anni nella Juventus, è troppo facile cercare un appiglio simile. Non capisco nemmeno le dichiarazioni di Liverani: Fabio è un amico nonché una persona molto intelligente, ma ha detto cose sbagliate. Parlare di campionato falsato e cose del genere… sono frasi molto pesanti».

LEGA – «Poteva gestire meglio la situazione e soprattutto spiegarla con maggiore chiarezza, ben prima del giorno in cui era previsto che si giocasse Juventus-Inter. Senza chiarezza si lascia spazio alla libera interpretazione e non va bene. Ma, ripeto, se salta fuori Calciopoli diventa tutto esagerato. Questa è follia. Accusare la Juve è vergognoso. Sarà anche un periodo di grandi pressioni, con punti pesanti in ballo, ma in questo caso bisogna solo abbassare le orecchie e accettare le decisioni di governo e Lega».

Condividi