Tacchinardi: «Sarri? Pensavo fosse l’uomo giusto. Ora ho dei dubbi»

alessio tacchinardi
© foto www.imagephotoagency.it

Tacchinardi: «Sarri? Pensavo fosse l’uomo giusto. Ora ho dei dubbi». Le dichiarazioni dell’ex centrocampista sul tecnico bianconero

Alessio Tacchinardi, ex centrocampista della Juventus, ha parlato così del momento diffile di Maurizio Sarri alla guida dei bianconeri. Le sue parole al Corriere dello Sport.

PROBLEMI – «All’inizio pensavo che fosse l’uomo giusto, ora inizio ad avere dei dubbi. Basta prendere la partita con l’Inter e quella di giovedì con il Milan, di solito funziona al contrario: normali difficoltà a inizio stagione poi si cresce, qui invece mancano tanti pezzi per completare il puzzle. C’è da capire il grado di alchimia tra Sarri e il gruppo, questo è il problema. Forse si è rotto qualcosa dopo la Supercoppa».

FAME – «Tutte queste difficoltà mi sembrano strane, Sarri alla Juve ha trovato giocatori importanti e una società forte, che quando le cose non vanno bene sa metterle a posto. Anche l’ambiente lo aveva accolto con rispetto, io mi ricordo i tempi di Ancelotti, quella era una tifoseria ostile. Vorrei vedere il Sarri di Napoli, pure in conferenza stampa era sempre arrembante, deve trovare gli occhi della tigre che hanno Agnelli, Nedved e Paratici. Se vuoi stare alla Juve devi essere pronto alla guerra contro tutti».