Tacconi sull’Heysel: «Non volevamo giocarla, ma siamo stati obbligati»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Stefano Tacconi, ex portiere della Juve, ha parlato della strage dell’Heysel che ha vissuto in prima persona quella tragica notte

Stefano Tacconi, ex portiere della Juve, è tornato a parlare della tragica notte dell’Heysel nel giorno del trentacinquesimo anniversario in diretta su Rai 2.

HEYSEL – «Giusto ricordare i 39 morti, non si può tornare dopo una partita di calcio con una bara in casa. Noi siamo consapevoli che era stata una partita da non giocare, ma eravamo obbligati. Penso alle persone che hanno fatto tanti sacrifici per venire a vedere una partita del genere».

RIPRESA – «Per Serie A e B nessun problema, ma ci saranno problemi dalla C in giù. Il problema non è essere egoisti, ma pensare ai semi-profesisonisti che è una categoria a rischio. Sarà drammatica la gestione di queste squadre che non avranno introiti per andare avanti»

 

Condividi