Tevez: «Mai creduto allo scudetto del Napoli, la Juve è avanti anni luce. Su Buffon…»

Tevez
© foto www.imagephotoagency.it

Carlos Tevez è tornato a parlare della sua Juventus e non solo. Molti i temi trattati dall’Apache nell’intervista al Corriere della Sera

Ex mai dimenticato dai tifosi, Carlos Tevez è tornato a parlare di Juve ma non solo. Molti i temi trattati dall’Apache nell’intervista al Corriere della Sera a cominciare dalla sua mancata convocazione per il Mondiale: «Ci ho sperato, ero tornato al Boca dalla Cina per quello, poi però ho avuto una lesione muscolare e lì ho capito che non ce l’avrei fatta. Sento l’età che passa, recuperare diventa sempre più lento. E poi mica possiamo andarci tutti al Mondiale, no? Guardate Icardi».

Su Dybala e Higuain«Mauro è forte ma la concorrenza enorme. Dybala e Higuain non potevano mancare, mi aspetto un grande Mondiale da entrambi».

Sull’assenza dell’Italia ai Mondiali: «Seguo tutte le partite alla tivù e ho la stessa sensazione di quando giocavo da voi: vi manca il potrero, il campetto, i ragazzini sanno tutto di tattica ma la palla non la toccano bene. In Argentina si gioca ancora per la strada, la differenza sta lì. Guardate Pirlo: non è all’accademia che s’impara a giocare così».

Sulla Juve«La Juve è sempre davanti a tutti anni luce, il settimo scudetto non mi ha sorpreso, non ho mai creduto molto alla vittoria del Napoli. La Juve cambia giocatori ma resta fortissima. Ha una mentalità vincente, unica».

Infine su Buffon«Se è vero che Buffon al Boca era una mia idea? No, io non c’entro. Però Gigi lo capisco, se hai giocato a pallone tutta la vita smettere non è facile. Io faccio ancora un anno e poi smetto, sento che sto finendo la benzina e sto bruciando olio, come diciamo noi. Bisogna capire quando si è in riserva, sennò si fanno brutte figure».

Articolo precedente
thiago silvaThiago Silva non ha dubbi: «La Juve resta la più forte»
Prossimo articolo
pjaca marianiPjaca e i suoi fratelli: la Juve pregusta un tesoretto di circa 50 milioni