Toni: «Dybala non sia geloso di CR7, Allegri un fenomeno»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex attaccante di Juventus e Roma parla in avvicinamento alla sfida di sabato. Le parole di Luca Toni

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Luca Toni ha sviscerato alcuni dei temi di avvicinamento a Juventus-Roma. Un estratto delle parole del doppio ex.

JUVE-ROMA – «Sarà una gara ricca di gol, molto dipenderà dalla Roma. I giallorossi mancano di continuità, ma in una partita secca se la possono giocare. Serviranno rabbia e occhi di tigre, altrimenti la Juve è più forte».

CHAMPIONS – «Con l’arrivo di Ronaldo ci può riuscire. Deve provarci, l’Atletico si può superare. La Juve oramai ha una mentalità europea. La differenza lì la fanno la testa e la voglia di comprare campioni che hanno dentro voglia di vincere. E chi ha vinto tanto vuole continuare a farlo».

RECORD 36 GOL – «Cristiano è capace di tutto. Dipenderà dalla Champions e dalla salute, non dovrebbe prendersi neanche un raffreddore. Ma è quello che calcia in porta più di tutti».

DYBALA OSCURATO DA CR7 – «Ma no, stiamo parlando del più forte al mondo al mondo insieme a Messi. Deve essere uno stimolo per provare a diventare ancora più forti. Quando giochi con gente così non devi essere geloso, ma rubargli i segreti».

ALLEGRI – «È un fenomeno nella gestione del gruppo. Ha 20 campioni e ne giocano 11. Ma gli altri non stanno mai con il muso, sono sempre pronti a entrare. E gestire 20 campioni che vogliono giocare non è mai facile».

Articolo precedente
Pruzzo: «Gufo la Juve, quando perdono per me è una festa»
Prossimo articolo
Filipe Luis per la fascia sinistra: la Juve guarda in casa del nemico