Torricelli carica la Juve: «Deve solo autoconvincersi che non ce n’è per nessuno»

Torricelli
© foto www.imagephotoagency.it

Moreno Torricelli, ex difensore della Juve, ha rilasciato una lunga intervista, toccando vari temi d’attualità in casa bianconera

Intervistato da Tuttosport, Moreno Torricelli ha toccati alcuni temi d’attualità in casa Juve. Di seguito riportate le dichiarazioni dell’ex difensore bianconero.

8 ASSIST DI HIGUAIN«Stupito? Per niente. Gonzalo è una punta centrale fondamentale perché è in grado di far salire tutta la squadra. Lì davanti è un vero punto di riferimento, sotto questo profilo è cresciuto molto. Si fa sempre trovare pronto, spesso dà cambi di gioco importanti, serve assist, partecipa attivamente alla manovra. È un grandissimo giocatore, per intelligenza tattica».

BENTANCUR – «È un calciatore completo. Non avrà la visione, la tecnica, la capacità di illuminare il gioco come Pjanic, ma nel possesso, nel recupero palla, nella gestione è bravissimo. Un fenomeno nel garantire equilibrio alla squadra».

RONALDO«È sempre più straordinario, non solamente per i gol segnati. Non gli si può imputare nulla. Prova e riprova, sono sicuro che prima o poi romperà il ghiaccio anche su punizione. Forse salta all’occhio la netta differenza tra dribbling tentati e riusciti, però in Italia è più complicato giocare e ogni allenatore punta l’occhio su Ronaldo e cerca le contromisure per provare a fermarlo, ad esempio con i raddoppi di marcatura».

CHAMPIONS LEAGUE – «I bianconeri ambiscono a conquistare campionato e Champions. Quella vista contro l’Inter è una squadra che ha dimostrato di saper giocare e vincere quando conta, senza concedere nulla. Credo che la Juventus debba autoconvincersi delle proprie possibilità e dimostrare che non ce n’è per nessuno».