Connettiti con noi

Hanno Detto

Turicchia: «Oggi mi sento un giocatore più libero e maturo»

Pubblicato

su

Turicchia: «Oggi mi sento un giocatore più libero e maturo. Vi racconto il mio ambientamento alla Juventus»

Intervenuto ai microfoni di Juventus TV, il terzino della Juve Primavera Riccardo Turicchia ha raccontato i suoi primi anni in bianconero. Le sue parole.

SENSAZIONI – «Ho avuto subito bellissime sensazioni da quando sono arrivato ad agosto del 2018. Mi sono sentito subito a casa, stando qua sono migliorato in molti aspetti. Ringrazio la società per aver messo a disposizione gli allenamenti specifici dopo l’allenamento generale».

CARRIERA – «Ho iniziato a giocare a cinque anni nella squadra del mio paese. Ho giocato tre anni alla Val Santerno, poi mi sono spostato tre anni all’Imolese, a Cesena ho giocato quattro anni prima che arrivvasse la chiamata della Juve. È stata sin da subito una bella esperienza. Subito mi sono mancati i genitori, ma vivendo insieme a tutti i miei compagni mi sono ambientato».

SAMPDORIA – «Con la Sampdoria sarà un’altra difficile partita. In questo campionato non ci sono gare facile. Tenteremo lo stesso approccio che abbiamo avuto contro l’Inter, cercheremo di fare un’ottima partita dal punto di vista del gioco, di determinazione e di cattiveria sotto porta per portare a casa il risultato. Loro sono una squadra con giocatori molto forti».

GOL – «Mi avete visto più incisivo quest’anno, perchè anche l’anno scorso facendo più ruoli ho imparato aspetti che posso riproporre in campo da terzino. Oggi mi sento molto più a mio agio ad entrare in mezzo al campo e dialogare con i miei compagni».

DUTTILITÀ – «Come terzino sinistro metto in campo quello che l’anno scorso. Mi sento più completo, più libero e più sicuro di me stesso proprio perchè ho provato più ruoli».