Uefa, Ceferin boccia la tecnologia: «no» al VAR in Champions!

© foto www.imagephotoagency.it

Arrivano nel pomeriggio le dichiarazioni del presidente dell’Uefa, il quale boccia ancora una volta la Video Assistant Referee

La Uefa boccia ancora una volta la VAR. L’organizzazione calcistica europea, infatti, ha deciso di non utilizzare la Video Assistant Referee nemmeno nella prossima edizione della Champions League. Lo scetticismo del presidente della Uefa Aleksander Ceferin era noto da tempo. Le buone prestazioni della tecnologia al Mondiale, però, sembravano poter cambiare il giudizio del numero uno del calcio europeo.

Ma così non è stato. Intervistato da Ekipa, Ceferin ha chiuso definitivamente al discorso VAR, almeno per il prossimo anno: «Non so da dove viene questa notizia. Non ne abbiamo ancora parlato. E non sono ancora convinto del VAR. Ci sono cose che non sono chiare. Chi decide se vedere il VAR? L’arbitro al video o il quello in campo? La gente non lo capisce, nemmeno i giornalisti. Cosa vedono gli arbitri e cosa no? Le cose non sono chiare, ma sappiamo che un giorno sarà necessario usare il VAR. Ho detto a Roberto Rosetti: quando saremo pronti. Dobbiamo scegliere la tecnologia, gli arbitri … perché giochiamo in tutta Europa, non è solo un torneo. E abbiamo bisogno di un regolamento. Hai visto gli assistenti nella Coppa del mondo che non hanno fatto nulla, hanno semplicemente aspettato. Un arbitro mi ha detto: ‘Quando c’era una situazione al limite, ho messo il mio dito sull’orecchio e tutti mi hanno lasciato da solo. Guarda il caso della Serbia, che non ha ricevuto un rigore netto contro la Svizzera e ad altri è stato concesso per molto meno».

Articolo precedente
Uefa Gol of The Season, Ronaldo ringrazia chi l’ha votato – VIDEO
Prossimo articolo
Bayern Monaco, l’idea Cuadrado per sostituire Coman sfuma