Ufficiale l’addio di Wilshere all’Arsenal: occasione Juve?

© foto www.imagephotoagency.it

Jack Wilshere ha annunciato che lascerà l’Arsenal a fine mese. Nelle scorse settimane il nome del centrocampista è stato accostato anche alla Juventus

La notizia era nell’aria già da qualche settimana ma da ieri è anche ufficiale: Jack Wilshere non rinnoverà il contratto con l’Arsenal in scadenza a fine giugno e lascerà quindi il club. A darne l’annuncio è stato lo stesso centrocampista che ha spiegato come non ci fossero le possibilità di continuare, dopo che Emery gli ha comunicato che avrebbe trovato poco spazio nella prossima stagione. Wilshere diventa quindi un’occasione di mercato a parametro zero. In Inghilterra accostano il giocatore alla Juventus, che al momento però è concentrata su altri obiettivi.

Ecco la lettera di addio di Wilshere: “Posso confermare che lascerò l’Arsenal alla fine di giugno, quando il mio contratto terminerà. Insieme ai miei rappresentanti, sono stato per mesi in trattative con il club per estendere il mio contratto. Il mio volere durante questi mesi è sempre stato chiaro, volevo rimanere all’Arsenal. Sono stati qui per 17 anni e mi sono sentito sempre parte del club. Il mio desiderio era talmente forte che avevo accettato un nuovo accordo con una riduzione dell’ingaggio ma, dopo un colloquio con il nuovo manager (Emery ndr), ho capito che il mio minutaggio si sarebbe drasticamente ridotto se fossi rimasto. Sono sicuro che capirete che, in questo momento della mia carriera, ho bisogno di giocare con regolarità e dopo il mio meeting con Emery ho capito che farlo all’Arsenal sarebbe stato molto difficile. Per questo, ho capito di non avere altre opzioni. Ho vissuto degli anni incredibili all’Arsenal, incontrato amici che resteranno per sempre. Vado via portando con me ricordi che conserverò per sempre. Dal debutto giovanissimo alla Champions League e alle due Fa Cup vinte consecutivamente, ci sono tanti momenti che ricorderò. Ci sarà un momento adatto per parlare, intanto voglio ringraziare tutta la società per questi 17 anni, in particolare Arsene Wenger e il suo staff, tutti i compagni che si sono succeduti durante gli anni, a partire dalle giovanili, che mi hanno permesso di raggiungere i miei sogni e soprattutto i tifosi, con cui ho sempre avuto un rapporto unico. Non potrò mai ripagare l’amore e la fiducia che i tifosi mi hanno mostrato. Spero possiate celebrare i successi che meritate nei prossimi anni. Ci tengo a dire che rispetto Emery e lo ringrazio per la sua onestà e sincerità, auguro a lui e al club il meglio per il futuro. Ora mi prenderò il tempo necessario per valutare le possibili opzioni per il prossimo passo nella mia carriera”.

Articolo precedente
Ferrero allo scoperto: «Praet alla Juve? Rispetto la volontà dei ragazzi ma…»
Prossimo articolo
Pressing Barcellona per Pjanic: la Juve fissa il prezzo e studia le contromosse