Ultimissime Juve 22 dicembre: le notizie delle ore 17.00

Iscriviti
llorente
© foto www.imagephotoagency.it

Ultimissime Juve LIVE, tutte le notizie del giorno in tempo reale. Ultima ora del giorno 22 dicembre 2020

Ultimissime Juve, le notizie del giorno: 22 dicembre 2020


Juve-Napoli, De Laurentiis all’uscita dal CONI: «Sono ottimista»

Ore 16.00 – All’uscita dall’aula in cui si è discusso il ricorso fatto al CONI per la sentenza che ha assegnato il tre a zero a tavolino alla Juventus, ha parlato Aurelio De Laurentiis.

«Molto complicato fare le udienze in video come l’altra volta. Qui oggi c’era un parterre di gente preparata che si era studiata le carte, gli avvocati hanno avuto anche un percorso più semplice e breve. Non siamo stati due ore a parlare, sono prudentemente ottimista. Sentenza di secondo grado è stata forte? Più che forte è stata molto rilevante la sua interpretazione per quello che è, una trasparenza adamantina. Giustamente dovrebbe competere alla procura sempre».

ASL – «Io avendo avuto il Covid ed essendo stato a casa per 40 giorni mi sono studiato questa malattia per quanto uno la possa studiare. Tu puoi risultare positivo nell’arco che va dai 5 agli 8 giorni e se dopo i primi due positivi del Genoa ne sono venuti fuori prima 13 e poi 22, nell’arco di una settimana, è chiaro che i primi tre miei, perché c’era anche un impiegato, avrebbero potuto contaminare altri giocatori. Quindi anche con un senso di responsabilità che faccio? Disattendere l’ordinanza di due ASL? Sarei dovuto andare a Torino e contaminare anche la Juventus?».

La rivelazione: «In Argentina spingono Dybala verso il Napoli»

Ore 14.30 – L’ex giocatore del Napoli e difensore argentino Facundo Quiroga ha parlato ai microfoni di Radio Musica Television, a Taca La Marca, dicendo la sua sul connazionale Paulo Dybala. Ecco le sue parole.

IL COMMENTO – «Un’annata no può capitare a chiunque, non è facile esprimersi sempre a grandi livelli, soprattutto in squadre come la Juventus. Dybala è un grande giocatore e lavorerà duramente per tornare quello di sempre col club e in Nazionale, magari già nei primi mesi del 2021. In Argentina si è parlato di un interesse del Napoli per lui, da tifoso del club ci spero».

Juve-Fiorentina e quel dato record dei bianconeri con i viola

Ore 12.50 – La Juventus affronterà la Fiorentina questa sera. Come riporta il sito bianconero, la Vecchia Signora va a segno da 34 match casalinghi contro la Fiorentina in campionato, già striscia record per una squadra in gare interne contro una singola avversaria nella storia della Serie A. Juventus e Fiorentina inoltre si sono affrontate 81 volte in casa dei bianconeri in Serie A: padroni di casa in vantaggio per 55 vittorie a sei (20 pareggi). L’ultimo successo esterno per i viola contro la Juve risale al marzo 2008 (2-3 con Ranieri in panchina, a segno Gobbi, Papa Waigo e Osvaldo per la squadra toscana).

Caso Rabiot legato al ricorso su Juve-Napoli: il francese rischia la squalifica

Ore 11.10 – Come riportato da Tuttosport, uno degli aspetti marginali del ricorso su Juve-Napoli e la squalifica di Adrien Rabiot. Squalifica che il francese aveva scontato settimane fa proprio nella partita virtuale contro il Napoli (il 3- vale come turno effettivo), ma in caso di ribaltamento della sentenza tornerebbe ad essere squalificato. Dalla mezzanotte però, il che significa via libera con la Fiorentina e stop con l’Udinese il 3 gennaio.

Buffon, ramanzina a Portanova con rischio squalifica. La ricostruzione

Ore 10.00 – Nessuna squalifica per Gianluigi Buffon dopo quanto accaduto in Parma-Juve. Il portiere era stato additato di presunta espressione blasfema, captata dai microfoni posti a bordocampo.

«Porta, mi interessa vederti correre e restare lì (e qui la presunta bestemmia, ndr) a soffrire. Del resto non me ne frega un c***o…», questa sarebbe la frase pronunciata da Buffon intento a riprendere il compagno Portanova. Il Giudice Sportivo non ha però ricevuto dalla Procura alcun materiale per approfondire la dinamica dell’accaduto, pertanto non ha preso alcun provvedimento disciplinare.

Llorente torna alla Juve? Paratici pensa all’usato sicuro. I dettagli

Ore 09.00 – È già stato alla Juve, anche in quella finalista di Champions nel 2015, e conosce l’ambiente bianconero alla perfezione. Ha un grande feeling con Morata di cui potrebbe diventare il naturale sostituto. Tuttosport rilancia la suggestione Llorentecome quarto attaccante per il reparto offensivo della Juventus.

Il 35enne basco, in uscita a zero dal Napoli, avrebbe le caratteristiche giuste per completare l’attacco bianconero. Inoltre non sarebbe una presenza ingombrante per lo spogliatoio e accetterebbe senza problemi un ruolo da gregario. Paratici può ragionare anche su di lui oltre che su Milik.

Probabili formazioni Juve-Fiorentina: le ultime sulle scelte di Pirlo

Ore 08.30 – La Juventus chiude il suo 2020 contro la Fiorentina all’Allianz Stadium. Pirlo ritrova Szczesny in porta e torna ad affidare la fascia destra a Cuadrado, schierato in difesa con De Ligt, Bonucci e Danilo. A centrocampo i favoriti sono Ramsey, McKennie, Bentancur e Chiesa. Mentre davanti non si prescinderà da Ronaldo e Morata.

Juventus (4-4-2): Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Danilo; Ramsey, McKennie, Bentancur, Chiesa; Ronaldo, Morata

Ricorso Juve-Napoli: De Laurentiis convinto del ribaltone. Oggi la sentenza

Ore 08.00 – Questo pomeriggio è attesa l’udienza al Coni presso le sezioni congiunte del Collegio di Garanzia, che dovrà decidere sul ricorso del club del presidente De Laurentiis. Il numero uno del Napoli chiede di recuperare la partita dello Stadium con la Juventus e di avere indietro il punto di penalizzazione. Il club bianconero e la Figc, quest’ultima come da prassi, hanno deciso di non costituirsi.

ADL al terzo tentativo è convinto di vincere, qualora non ci riuscisse sarebbe pronto a ricorrere al TAR del Lazio. Il patron partenopeo, racconta il Corriere dello Sport, ha aggiunto un avvocato cassazionista e professore di Diritto sportivo al suo collegio difensivo.  Mente Tuttosport racconta come in caso di ribaltone ci sarà il problema della data di recupero: non ce ne sono teoricamente fino a maggio.

LEGGI ANCHE: Rassegna stampa Juve: le prime pagine dei quotidiani di oggi

Condividi