Ultimissime Juve 8 ottobre: attesa per la decisione sul match col Napoli

© foto Roma 17/06/2020 - finale Coppa Italia / Napoli-Juventus / foto Image Sport nella foto: palo Eljif Elmas

Ultimissime Juve LIVE, tutte le notizie del giorno in tempo reale. Ultima ora del giorno 8 ottobre 2020

Ultimissime Juve, le notizie del giorno: 8 ottobre 2020

Grassani: «La decisione su Juve Napoli non prima di lunedì»

Ore 22.00 – C’è attesa per la sentenza relativa a Juve Napoli. A parlarne, ai microfoni di Radio Kiss Kiss, ha parlato l’avvocato degli azzurri Grassani.

PENALIZZAZIONE«Punto di penalizzazione? Il 3-0 a tavolino porta in automatico la penalizzazione se la squadra non ha avuto un buon motivo per non presentarsi, ma la nostra è stata una scelta obbligata».

TEMPISTICHE «Credo che per tempi tecnici la sentenza di Juventus-Napoli non arriverà prima di lunedì. Il Napoli ha preannunciato ricorso ed il giudice Mastandrea deve fissare le date per il deposito dei documenti. Una volta fissata la data poi si agirà di conseguenza. La vicenda di Juve Napoli non è equiparabile a nessuna decisione già presa. Gli ispettori della Procura Federale? Il procedimento di omologazione del risultato è avulso rispetto a questa visita fatta per verificare la correttezza dell’applicazione del protocollo».

Lippi: «Curioso di sapere cosa deciderà la giustizia su Juve Napoli»

Ore 20.30 – Ai microfoni di Sky Sport è intervenuto Marcello Lippi, ex tecnico bianconero: le sue parole su Juve Napoli e non solo: «Nessuno si aspettava questo peggioramento del numero dei positivi. È molto difficile adesso, ma se abbiamo iniziato con un protocollo accettato da tutti, dobbiamo andare avanti in questo modo. Sono curioso di come la giustizia sportiva deciderà in merito alla gara tra Juventus e Napoli, non si può creare un precedente».

Birindelli: «La Juve ha rispettato il protocollo, il Napoli…»

Ore 20.00 Birindelli, ex giocatore bianconero, ha parlato di Juve Napoli: «Io ho ascoltato l’intervista di Andrea Agnelli. Credo che abbia spiegato tutto in maniera perfetta. Da qui a dire se il Napoli abbia torto o se l’operato dell’Asl è stato corretto o meno, non spetta a me. Agnelli ha spiegato bene: esiste un protocollo, come la Juve lo ha rispettato, spera che sia stato anche così al Napoli. Poi le indagini diranno chi ha sbagliato o chi ha fatto questo passo verso la chiusura e la mancata partenza verso Torino».

Gravina: «La Figc ha condiviso un percorso chiaro sul protocollo»

Ore 18.00 Gravina ha parlato della situazione del calcio italiano: «Negli ultimi giorni si sono susseguite una serie di dichiarazioni che alimentano confusione e inutili tensioni; quello che chiediamo è l’applicazione rigorosa del protocollo in essere da parte di tutti, perché rappresenta l’unico strumento attuabile in grado di garantirci il prosieguo delle competizioni sportive, così come sono iniziate. La FIGC ha condiviso un percorso chiaro con i Ministri Speranza e Spadafora e solo grazie al rapporto di fiducia e collaborazione che si è instaurato potremo fronteggiare tutte le difficoltà connesse a questa terribile pandemia. Siamo consci che, con una tale recrudescenza dei contagi, in questo momento la riapertura degli stadi deve essere necessariamente messa in secondo piano».

Isolamento Juve: Procura di Torino apre un fascicolo senza indagati

Ore 16.30 – La Procura di Torino ha aperto un fascicolo senza indagati e ipotesi di reato dopo le vicende relative ai sette calciatori che hanno lasicato l’isolamento al J Hotel.

De Ligt verso il recupero

Ore 15.00 – Matthijs De Ligt continua il suo recupero dopo l’infortunio. Il difensore olandese è ai box dopo l’operazione alla spalla e su Instagram si mostra in forma.

Allenamento Juve: ultima fatica settimanale. Poi tre giorni di riposo

Ore 14.00 – Ultimo giorno di lavoro in casa Juve per questa settimana. Andrea Pirlo ha concesso tre giorni di riposo. Ripresa fissata per lunedì.

Ladri in casa di Douglas Costa: bottino ingente, rubati orologi e gioielli

Ore 13.00 – Furto in notturna in casa Douglas Costa, i ladri sarebbero entrati  scassinando una serratura e derubando l’attaccante di gioielli e orologi preziosi, come riportato da La Stampa. Il brasiliano, trasferitosi da poco in Germania alla corte del Bayern di Monaco, abitava in Via Lagrange in pieno centro a Torino. Il bottino non è ancora stato quantificato ma sembrerebbe essere ingente.

Napoli, ispettori federali a Castel Volturno: interrogati medici e dirigenti

Ore 10.10 – È durata circa quattro ore la visita degli ispettori federali a Castel Volturno per l’acquisizione di documenti dopo il caso della partita non disputata tra Juve e Napoli, come riporta il Corriere dello Sport. I dirigenti ed i medici presenti sono stati interrogati per circa tre ore e tutto il materiale ottenuto verrà trasmesso all’autorità del Giudice Sportivo che si sta occupando della vicenda.

De Ligt corre verso il pieno recupero: c’è la data del rientro. Ultimissime

Ore 9.00 – Matthijs De Ligt sta recuperando dall’operazione alla spalla che l’ha obbligato a rimanere fuori dal campo durante i primi impegni in campionato dei bianconeri di Andrea Pirlo.

Il difensore olandese, come riportato da Tuttosport, ha già ricominciato ad correre in campo e sfrutterà la pausa nazionali per avvicinarsi al rientro. L’obiettivo ora è la partita in campionato con la Lazio, in programma il porssimo 8 novembre.

Sarri tratta la risoluzione con la Juve. L’amico Virgili: «Ho un sogno»

Ore 8.00 – Aurelio Virgili, amico e confidente di Maurizio Sarri, ha rivelato che l’ex tecnico della Juventus – ancora sotto contratto – sta trattando la risoluzione del contratto con il club bianconero. Le sue parole a Tuttosport.

«Rivedremo Maurizio, penso e spero, prima di Natale. Con la Juventus, nonostante quello che si dica, non ha litigato. E lo dimostra il fatto che stia parlando con il club per risolvere il contratto. Stanno cercando un accordo che soddisfi tutti e che consenta a Maurizio di sentirsi libero di allenare e alla società di risparmiare».

Quale il futuro? Per il momento suggestioni più che ipotesi concrete

«Maurizio sa che l’esonero fa parte del gioco, non l’ho mai sentito amareggiato. È sereno. Seppur molti lo dimentichino, ha vinto lo scudetto con la Juventus. Come tutti i tifosi della Fiorentina, ho un sogno: Maurizio a Firenze. Vederlo vincere con la Fiorentina sarebbe il massimo. Napoli? Perché no. Maurizio è un professionista e la separazione con De Laurentiis non ha cancellato il rispetto reciproco».

LEGGI ANCHE: Rassegna stampa Juve: prime pagine quotidiani sportivi – 8 ottobre 2020

Condividi