Zauli: «C’è rammarico, ora continuiamo nel percorso di crescita» – VIDEO

Iscriviti

L’allenatore della Juventus Primavera, Lamberto Zauli, ha analizzato il pareggio contro il Torino: ecco le sue parole – VIDEO

(Marco Baridon inviato all’Ale&Ricky di Vinovo) Lamberto Zauli analizza il pareggio della Juventus Primavera, ottenuto nel derby contro il Torino. Ecco le sue parole.

JUVE«Abbiamo provato a fare la partita, il Torino ci ha permesso di farla ma si è chiusa bene, difendendo bassa. Quando trovi squadre così devi aumentare la velocità del giro palla. Non ci siamo riusciti, ci è mancato anche un pizzico di guizzo nel finale per vincere la gara e forse, per la mole di gioco creata, lo avremmo anche meritato. Veniamo da un percorso lungo, giochiamo ogni 3 giorni, è mancato un pizzico di brillantezza. C’è rammarico, si volta pagina perchè mercoledì saremo già a Leverkusen per chiudere il bel percorso in Youth League, poi avremo la Roma e poi ancora la Coppa Italia».

LA GARA«La partita dice che la Juventus ha proposto di più, stando molto nella metà campo avversaria, non siamo riusciti a trovare la giocata vincente, siamo stati un po’ lenti in quello. Peccato per il gol preso, è stato un fulmine a ciel sereno, non siamo riusciti a portare a casa la gara. Abbiamo sbagliato un po’ troppo tecnicamente».

DERBY «Lo avverti, si vuole primeggiare, noi siamo gente di sport. Già è difficile tra i grandi, giocando ogni 3 giorni, trovare le motivazioni giuste».

OBIETTIVI«Migliorarci nei giocatori e nei risultati, i ragazzi sono ad un passo dal calcio professionistico. Eravamo partiti bene all’inizio, poi abbiamo avuto degli stop pesanti. Mancano ancora partite importanti, vogliamo concludere bene fino al 21 dicembre».

DRAGUSIN «Oltre al gol ha un’importanza fisica importantissima e lo cerchiamo attraverso schemi specifici. Un ragazzo che sta crescendo, umile, sa ascoltare e si mette a disposizione».

FUORIQUOTA«Condivido pienamente la scelta della società, anche di far crescere alcuni 2000 con l’Under 23 e noi facciamo lo stesso con i nati nel 2002».

Condividi