Zhang: «Sicurezza e salute pubblica sono le cose più critiche e importanti»

© foto www.imagephotoagency.it

Steven Zhang, presidente del’Inter, ha parlato dell’emergenza Coronavirus in Italia, toccando anche il tema porte chiuse

Intervenuto ai microfoni di CGTN, Steven Zhang ha rilasciato un’intervista. Di seguito riportate le dichiarazioni del presidente dell’Inter.

EMERGENZA – «Ovviamente, tutti stanno prendendo misure extra come aziende. Come un’organizzazione sportiva che ha una grande responsabilità sulla società, noi dobbiamo assicurarci che tutti capiscano come sicurezza e salute pubblica siano la cosa più critica e importante, di fronte a tutto. Noi, dalla nostra esperienza in Cina, avendo lì il nostro main business, vedendo come dipendenti e dirigenti in Cina dopo i momenti critici stiano vivendo una situazione di netto miglioramento, abbiamo imparato tante cose per combattere questa situazione in Italia».

PORTE CHIUSE – «Sicuramente, avere uno stadio chiuso renderà lo spettacolo meno bello, così come inferiore sarà l’impatto sui ricavi e ticketing. Ma nel complesso, un’azienda, di fronte a una situazione del genere, non può pensare troppo a questi fattori perché crediamo che una volta che la situazione del virus sarà superata, anche la fiducia e i comportamenti dei consumatori verranno ripristinati. Noi abbiamo la responsabilità di dare il giusto messaggio, seguire la giusta missione e prendere le giuste misure per promuovere energia positiva in tutto il mondo. Noi abbiamo fatto tante campagne nel digitale per educare le persone e fare capire loro questa filosofia, penso che le iniziative stiano dando il giusto effetto. Le persone interagiscono e collaborano con noi per diffondere energia positiva intorno ai Paesi del mondo».

Condividi