Connettiti con noi

Hanno Detto

Zhang confessa: «Conte mi ha tolto pressione. Vi spiego l’addio»

Pubblicato

su

Steven Zhang racconta l’addio di Antonio Conte dopo la vittoria dello Scudetto. Ecco le parole del presidente dell’Inter

Nella lunga intervista concessa a Sky Sport, Zhang ha parlato dell’addio di Conte.

CONTE – «Sai che se lavori, con lui la sua mentalità vincente che è fortissima, spingerà chiunque lavori con lui a un percorso vincente. Sapeva spingere i giocatori ogni giorno a dare il massimo e i dirigenti a creare una mentalità vincente. Ha tolto pressione anche su di me e sul mio lavoro. Sapevo che c’era qualcuno che si prendeva cura del progetto e spingeva chiunque verso l’ottenimento dei risultati. Nella mia testa la strategia con gli allenatori è sempre a lungo termine. La pandemia, però, ha creato difficoltà a tutto il sistema calcio e questa è una cosa che, come club, dobbiamo tenere ben presente. Uno dei nostri obiettivi in questo contesto, a prescindere dal Covid, è ridurre i costi e fare in modo che i conti siano sani. Lo stesso obiettivo che hanon tutti gli altri club che si sono trovati ad affrontare questa situazione. Gli allenatori, ovviamente, hanno una visione diversa. In particolare Conte, lui è uno che vuole sempre vincere. Ha un approccio diverso dal nostro sul mercato, una visione diversa dalla nostra per quello che riguarda il club sul lungo periodo. Per questo ci siamo separati».

SCUDETTO «Spero che i tifosi ricorderanno questo trofeo per il periodo così complicato in cui lo abbiamo vinto e per il fatto che è arrivato dopo diversi anni. Spero rappresenti il segnale della necessità di essere coraggiosi e innovativi e del fatto che il duro lavoro ripaga sempre e ti dà energie positive, a prescindere dalla situazione in cui ti trovi. Nelle vite di tutti ci sono alti e bassi, bisogna sempre dare il 100% e il meglio di sè, perché questo porterà felicità nelle persone che ti sono accanto».

LE DICHIARAZIONI INTEGRALI SU INTERNEWS24

Continua a leggere
Advertisement