Adieu Lichtsteiner, il treno svizzero in partenza per Marsiglia

lichtsteiner
© foto www.imagephotoagency.it

Il terzino è pronto a lasciare la Juventus per accasarsi in Costa Azzurra. Non ci sono più ostacoli per la cessione di Stephan Lichtsteiner al Marsiglia di Rudi Garcia

Il treno se ne andrà e non ritornerà più. Dopo 7 lunghi e intensi anni di onorato servizio, Stephan Lichtsteiner è pronto a salutare Vinovo e la Juve per sposare la causa del Marsiglia. Una separazione divenuta ormai necessaria sia da un punto di vista prettamente di campo (Licht non è più un terzino da Juve) sia da un punto di vista di ambientale (i rapporti con Allegri e il resto dello spogliatoio sono ai minimi termini). Sarà quindi addio immediato nella sessione di gennaio, con i bianconeri che, presumibilmente, dovranno andare a reperire un sostituto sul mercato. Sempre a meno che non si voglia continuare ad adattare Stefano Sturaro in quel ruolo. Più difficile l’ipotesi che il terzino possa rimanere bianconere sino alla scadenza del contratto nell’estate 2018.

Per il capitano della Svizzera si tratta di un ritorno in terra transalpina. Licht aveva lanciato la propria carriera nella fila del Lille per poi trasferirsi in Italia alla Lazio proprio nell’anno in cui sulla panchina dei francesi era subentrato Rudi Garcia. Lo stesso tecnico che Stephan troverà a Marsiglia. La città in Costa Azzurra si conferma una delle mete preferite dagli ex terzini bianconeri: dopo Isla, De Ceglie ed Evra è arrivato anche il momento di Lichtsteiner. Qualora il trasferimento in Francia dovesse saltare c’è, comunque, l’opzione Bundesliga.