Agnelli-Atalanta, polemiche da tutte le parti: la spiegazione della Juventus

agnelli
© foto www.imagephotoagency.it

Agnelli-Atalanta, polemiche da tutte le parti: la spiegazione della Juventus. Qual era il senso del discorso del presidente bianconero

Si è scatenata una bufera intorno alla parole pronunciate ieri da Andrea Agnelli a Londra, in occasione del ‘FT Business of Football, in merito al futuribile format della Champions ed al caso Atalanta.

IL DISCORSO –«Ho grande rispetto per quello che sta facendo l’Atalanta, ma senza storia internazionale e con una grande prestazione sportiva ha avuto accesso diretto alla massima competizione europea per club. È giusto o no? Poi penso alla Roma, che ha contribuito negli ultimi anni a mantenere il ranking dell’Italia, ha avuto una brutta stagione ed è fuori, con quello che ne consegue a livello economico. Bisogna anche proteggere gli investimenti e i costi».

LA SPIEGAZIONE DELLA JUVENTUS -Come riportato da Gazzetta: «la Juventus ha spiegato che non c’era nessuna volontà di attaccare in modo frontale l’Atalanta o di voler denigrare il lavoro straordinario compiuto nelle ultime stagioni dal club bergamasco, ma è stata, in realtà, l’enunciazione di un principio: perché tutelare le squadre che arrivano quarte nei grandi tornei – Inghilterra, Spagna, Italia e Germania -, mentre i campioni di altri tornei nazionali comunque importanti sono costretti ad affrontare i preliminari per accedere alla Champions?»

Il presidente ha poi anche telefonato a Percassi per chiarire la situazione.

 

Condividi