Allegri in conferenza: «C’è molta positività, ma non siamo favoriti»

allegri
© foto Massimo Pinca

Il mister bianconero Massimiliano Allegri in conferenza stampa allo Juventus Stadium ha risposto alle domande dei giornalisti in vista di Cardiff

A parlare è Massimiliano Allegri prima di tutto. «Volevo ricordare che questo giorno morirono 39 persone, per una partita di calcio. Voglio ricordarli con un minuto di silenzio, in loro memoria». Poi ecco il focus sulla partita.

REAL FAVORITO – «Ottimismo eccessivo? La Juventus non è la favorita, il Real ha vinto due Champions negli ultimi tre anni. Sono abituati a giocare le finale, così come è abituata la Juventus. Grande ambizione e grande autostima. Ma è una finale dove loro sono favoriti. 

CARDIFFBbc? Può essere anche Buffon-Bonucci-Chiellini la Bbc: c’è anche Benatia…è un casino (ride). I miei giocatori? Fantastici. Ora bisogna fare l’ultimo sforzo. Fare 91 punti non era facile, la Roma e il Napoli hanno fatto un campionato straordinario. Volevamo riempire il calendario e lo abbiamo fatto. Andiamo là con una convinzione maggiore rispetto a due anni fa. Dubbio formazione? Siamo a lunedì, mancano 5 giorni. Siamo in una buona condizione fisica e mentale. Più di questo… Faremo un allenamento al giorno. Venerdì andremo a Cardiff».

NEGATIVITA’La squadra è stata brava ad accendere/spegnere la luce nei momenti a Cardiff. Psicosi da finale? E’ una partita importante, ma dove bisogna fare le stesse cose che abbiamo fatto gli altri anni. Quando sono arrivato qui c’è stato un alone di negatività pazzesco. La Juventus ha giocato otto finali, otto è bene ricordarlo. Tutta st’ansia e negatività mi dà veramente fastidio».

ISCO – «Oltre agli undici ha giocatori importanti. Se gioca Bale ha soluzioni in più, ma Isco è più tecnico. La Juve giocherà a breve una nuova finale? La società farà di tutto. La Champions ti fa conoscere in tutto il mondo».

HIGUAIN – «Deve stare sereno e fare una partita giusta. Col Monaco ha fatto due gol, farà una grande finale. Se vinco la finale? In bicicletta (come Nicola a Crotone, ndr) non fa per me. Faccio i complimenti al Crotone, perchè non ha mai perso di vista l’obiettivo».

ZIDANE– «Sono cresciuto rispetto a due anni fa? Mi affascina arrivare in finale, mi dà una gioia immensa esserci in panchina. Il Real è cresciuto molto, complimenti a Zidane. Casemiro è il meno tecnico, ma dà l’equilbrio a tutta la squadra. Gestire una grande squadra non è facile. Non è solo l’aspetto tattico, sono convinto che Zidane sarà un grande allenatore. Piano B per Bale-Isco? Con lo spagnolo sono meno ordinati, ma più fantasiosi. Ma oggi non vi farò vedere niente in allenamento (ride). La nostra forza dev’essere l’equilibrio».

 

Articolo precedente
chielliniChiellini: «Real? Sarà difficile non concedere nulla»
Prossimo articolo
moise keanKean, dal Toro a Raiola con la maglia di Balotelli – VIDEO