Max Allegri: «A Crotone Chiellini a riposo, Pjaca titolare»

allegri juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Vigilia di campionato per la Juventus. C’è da recuperare la partita contro il Crotone, inizialmente programmata dal calendario a fine dicembre ma poi rinviata a causa dell’impegno in Supercoppa italiana, a Doha, contro il Milan. Ecco la conferenza stampa di Allegri

Iniziamo dalla brutta vicenda di Pescara. Auto incendiata al Presidente Sebastiani…
Brutta impressione. Cose che nel calcio, come nella vita, non dovrebbero succedere. Rimanere in Serie A non è semplice. Pescara è città civile, anche dovessero retrocedere hanno la possibilità di tornare in serie A.

A Crotone ci sarà qualche cambio di giocatori o modulo rispetto all’Inter?
Modulo no. Il Crotone è squadra che ha perso molte gare solo nella fase finale. Come a Milano con l’Inter e il Milan. E’ quindi squadra difficile da perforare. Ci vorrà una gara con molta pazienza per noi. Abbiamo un solo risultato altrimenti i tre punti con l’Inter vengono buttati a mare. Ci sarà qualche defezione. Chiellini riposa. Benatia rientra, sta bene e domani forse gioca, oppure Rugani. Ho cinque giocatori centrali di alto livello. La scelta non manca. Barzagli è in buone condizioni nonostante l’influenza. Marchisio invece ha un problema alla schiena e non è convocato. Idem per Lemina e Mandragora, non convocati ma che da giovedi saranno a tempo pieno. Ho bisogno di forze fresche. Fisiche e mentali. Pjaca? Può darsi che giochi dall’inizio. Lichsteiner riposa. Con lui comunque ho chiarito il malinteso della sostituzione con l’Inter. Credevo non ce la facesse più. Ma domani non giocherà, al suo posto Dani Alves. Gioca invece Mandzukic. Lui è un generoso, sta facendo molto bene nella posizione in cui giocava dieci anni fa. Magari perchè si sente più giovane… Occorre comunque migliorare tutti nel palleggio e nelle giocate, indipendentemente dal modulo.

Cambi motivati per avere una squadra sempre sul pezzo?
Tre punti contro l’Inter valgono come contro il Crotone. Ci siamo già cascati male in queste situazioni, come a Genova e in altre occasioni come a Verona e Frosinone lo scorso anno. Quindi approccio giusto, subito, e la partita va di conseguenza. Altrimenti le partite difficilmente si rimettono in carreggiata.

Con il nuovo modulo Pjaca può giocare a destra ?
Può giocare lui ma anche Dybala. A metà campo ho gente che ha riposato e qualche cambio ci sarà. L’importante è l’atteggiamento che terremo. Il modulo però non si cambia. C’è stato un momento in cui c’era necessità di cambiare modulo e con questi giocatori ne esaltiamo bene le qualità se tutti danno piena disponibilità. Quando Marchisio e Lemina staranno bene sarà magari diverso il modulo, con un centrocampo che potrebbe essere a tre.

Si aspettava che con il nuovo sistema di gioco i giocatori si divertissero anche oltre a giocare meglio e continuare a vincere?
Si, me lo aspettavo. Il cambiamento porta entusiasmo, porta novità.

Articolo precedente
gabriele boveCantera bianconera, alla scoperta di Gabriele Bove
Prossimo articolo
Febbre bianconera a Crotone