Allegri: «Ecco chi vorrei evitare in Champions» – VIDEO

Allegri ai microfoni di Sky Sport racconta il battibecco con Benatia: “Un momento di rabbia, poi si è calmato”

Rivoluziona, reinventa, esulta e – alla fine – si arrabbia. Max Allegri cambia stasera l’abito alla sua Juventus ma i punti conquistati al triplice fischio sono sempre tre. L’allenatore livornese ha poi parlato ai microfoni di Sky Sport. Queste le sue parole.

LOTTA SCUDETTO – “Siamo primi a 4 punti di vantaggio. Ci troviamo nella fase decisiva della stagione e l’obiettivo era essere in corsa per tutte le competizioni. Stasera i ragazzi sono stati bravi perché l’Atalanta è una squadra forte fisicamente e tecnicamente. Il Napoli è lì, bisogna fare tanti altri punti per vincere lo scudetto”.

COPPIA IN HD – “Gonzalo è cresciuto molto sul piano della fiducia e tecnico. Adesso ha iniziato a fare il regista avanzato come faceva da giovane. Dybala sta crescendo fisicamente anche se gioca una partita ogni tre giorni, così come tutta la squadra. Soprattutto domenica ne ho messi 5/6 diversi rispetto alla partita col Tottenham ed oggi ne ho cambiati altri 5-6: per arrivare fino in fondo e vincere avrò bisogno di tutti, altrimenti non puoi tenere tre competizioni”.

IL BATTIBECCO CON BENATIA – “Con Medhi c’è stato un momento di rabbia, poi si è calmato. E’ un ottimo giocatore oltre che un bravissimo ragazzo, purtroppo quando si chiude la vena diventa immarcabile. Gli ho detto di star zitto, era in diffida quindi se veniva espulso rimaneva diffidato e saltava la prossima partita. Bisogna gestirsi quando vinci 2-0 e hai la partita in discesa”.

LE SOSTITUZIONI – “In questo momento non avendo esterni bisogna che Alex giochi alto se si gioca con i due a centrocampo. E lo sta facendo bene. Douglas è in forma, Matuidi ha fatto una buona partita come Lichtsteiner, Chiellini, Benatia, Asamoah. Siamo in un buon momento, sono sereno perché finiamo le partite in crescendo e vuol dire che c’è una buona condizione”.

EMPATIA IN CAMPO – “Tutte le situazioni vanno vissute con emozione ed entusiasmo. Vedere Buffon e Chilellini così nonostante tutto ciò che hanno vinto significa che hanno ancora voglia di mettersi in discussione, altrimenti la squadra non potrebbe essere a questi livelli. Nel calcio la fase difensiva che tutti denigrano va fatta, e si deve piacere a difendere. Non è assolutamente una vergogna. Poi quando abbiamo la palla bisogna migliorare. Quando fai la fase difensiva devi saper difendere, singolarmente oltre che di squadra, e i ragazzi stanno facendo bene”.

SORTEGGIO CHAMPIONS – “In Champions ne vorrei evitare due: Barcellona perché li becco da otto anni, anche se la Juve l’ha eliminato. Tra l’altro abbiamo eliminato Barcellona e Real Madrid nel doppio confronto e abbiamo perso in finale. L’altra è il Real Madrid, favorita netta della Champions. A Madrid hanno preso tre mesi di vacanza, ora hanno iniziato a fare sul serio”.

LA VITTORIA DI WEMBLEY – “La qualificazione è stata importante ed in uno stadio storico, giochiamo e ci alleniamo tutti i giorni per vincere il settimo scudetto e vivere quelle magnifiche serate di Champions”.

Articolo precedente
Gasperini spazza le polemiche: «Sempre giocato con dignità»
Prossimo articolo
Juventus-Atalanta 2-0: Higuain non si ferma più, bianconeri a +4 sul Napoli