Connettiti con noi

News

Allegri sì o Allegri no, ma il problema della Juve sta a monte

Pubblicato

su

La Juve si interroga sull’ennesima sconfitta di un inizio di stagione imbarazzante: le colpe di Allegri non devono oscurare quelle della società

(Di Sandro Dall’Agnol) – Sono ore e giorni cruciali per il destino di Max Allegri e della sua Juve. Che forse non lo sarà più tra non molto, perché la spirale negativa in cui la Vecchia Signora si è incastrata non sembra aver più fine. Ma il disastro conclamato non può e non deve essere solamente ascrivibile all’allenatore che, ahimè, il più delle volte è il solo a pagarne le conseguenze.

Chiaro, le colpe del livornese sono palesi: squadra senza nerbo, senza gioco e senza identità. E non è certo una novità dopo più di un anno poco convincente. Ma le radici dei recenti fallimenti sono antiche e bisogna risalire al percorso delle ultime quattro stagioni.

Anzitutto le scelte proprio dei condottieri sono state contraddittorie: i progetti di rivoluzione con Sarri Pirlo mai difesi fino in fondo e abbandonati a loro stessi, per poi riscoprire la restaurazione targata Max che si sta rivelando il peggiore degli scenari.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE L’EDITORIALE DI CALCIONEWS24

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.