Allegri su Juve-Roma: «Dybala? Non so se gioca. Sto pensando a Cuadrado terzino»

allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole del tecnico livornese alla vigilia del super match dello Stadium contro la Roma. Ecco cosa ha detto Massimiliano Allegri nella canonica conferenza stampa di presentazione

«Prima di tutto buon Natale a tutti» perché la cordialità è la cosa più importante. Così si presenta un Massimiliano Allegri, al solito rilassato, alla conferenza stampa di vigilia di Juventus-Roma. Un match che è inevitabilmente fondamentale per il cammino in campionato di Madama e che la Juve dovrà affrontare con qualche defezione di troppo. In dubbio moltissime pedine dello scacchiere di Max. Tanto mistero sulla formazione che scenderà in campo domani sera allo Stadium: Allegri gioca a carte coperte.

INFORTUNATI – «Prima di tutto buon Natale a tutti, sabato notte arriva a portare i regali, anzi domenica. Gli acciaccati sono Buffon e De Sciglio, Mandzukic e Cuadrado valuto oggi, potrebbero essere a diposizione, poi stanno tutti bene a parte Howedes».

BARZAGLI – «Devo decidere, metà squadra l’ho chiara in testa, gli altri li vedo oggi, magari si stravolge tutto ma al momento è così».

DI FRANCESCO – «Si è dimostrato un ottimo allenatore dal punto di visto tecnico e tattico. Sta dando equilibrio ad un ambiente molto difficile come Roma dove passano dalle stelle alle stalle in un attimo. Il suo equilibrio lo sta trasmettendo alla squadra. In trasferta non sono ancora andati un minuto sotto, sono la squadra che nel campionato è stata meno minuti sotto».

DYBALA – «Non so se giocherà, mercoledì è tornato al gol e siamo tutti felici per questo. Nel 2017 è quello che ha giocato più di tutti, ha giocato 38 partite. Tanti campioni che hanno giocato alla Juve sono stati più di una partita in panchina».

DUBBI – «Devo valutare, Higuain, Benatia, Chiellini e Alex Sandro giocano. Le scelte che farò dipendono anche da Cuadrado e Mandzukic».

HD – «Dybala e Higuain possono giocare con il centrocampo a tre, dipende tanto anche dal terzino destro che metto in campo».

ROMA – «Sono sempre stati i nostri antagonisti negli ultimi anni, sono una squadra con fisica e tecnica, una squadra che deve essere tra le favorite dello scudetto e per me è più favorita delle altre».

PJANIC – «Ci sono diverse fasi nella stagione. Ad inizio stagione le prestazioni di Pjanic non erano all’altezza delle sue qualità, ora sta facendo bene. Ha segnato su punizione finalmente, ad inizio anno prendeva gli stinchi della barriera. Non ci sono promozioni o bocciature, ci sono solo da gestire delle situazioni».

BIG MATCH – «Le grandi sfide sono sempre equilibrate, dobbiamo prepararci al meglio per le loro qualità tecniche fisiche e tattiche. I numeri sono casuali per una volta, due volte. Loro hanno subito 10 gol in 17 partite. I loro numeri dicono che sono una squadra importante».

MANDZUKIC – «Ti dà fisicità, tecnica e sfogo in avanti. Senza di lui ci sarà un giocatore con caratteristiche più tecniche. Poi dipende sempre da chi giocherà sulla destra. Devo mettere insieme giocatori le cui caratteristiche si giocano bene. Dipende dal terzino destro. Può giocare Lichtsteiner, Barzagli o Cuadrado».

BERNARDESCHI – «Come ho detto sempre è cresciuto molto. L’altra sera ha fatto una partita importante, poi è un po’ calato. Anche Sturaro, Marchisio e Bentancur, anche Asamoah ha giocato bene anche se mi ha fatto arrabbiare alla fine. Bernardeschi ha qualità fisiche e tecniche importanti. Ha giocato tutte palle concrete e pesanti, nella ripresa ha avuto la testa un po’ leggera è li dove deve migliorare».

PSG – «E’ costruito per vincere la Champions ma la Champions non è utile per vincere. Matuidi? E’ un po’ vagabondo ma va bene (ride ndr)».

ALISSON – «Per ora ha fatto poche parate perché la Roma è una squadra che concede poco».

SCHICK – «Non ho rimpianti perché la società ha fatto un mercato importante con giovani importanti per il futuro della Juventus. La Roma non è da meno, potenzialmente ha gli stessi nostri punti e negli ultimi anni sono stati i nostri avversari».

INTER – «Sta facendo cose importanti, può avere un periodo dove le cose gli vengono più difficili ma sono ancora in corsa e ci staranno fino alla fine».

CUADRADO TERZINO – «Può essere una soluzione, Stephan è rientrato da poco, devo valutare anche se è meglio giocare con Barzagli».