Allegri medita un centrocampo a tre: la chiave è Matuidi

matuidi
© foto www.imagephotoagency.it

In vista dell’impegno odierno contro il Chievo, l’allenatore juventino sta valutando l’ipotesi di giocare con il 4-3-3

Oltre all’importante innesto di Matuidi, il grande colpo di mercato in cui tutti i tifosi juventini speravano era l’arrivo di un centrocampista versatile, di grande qualità e che fosse appunto in grado di coprire più zone del reparto nevralgico del campo. Tale sogno non si è materializzato ma Allegri non ha fatto alcun dramma, dichiarando ieri in conferenza come in realtà la Juventus abbia una rosa di grande valore ed anche molto lunga sotto l’aspetto numerico.

IPOTESI CENTROCAMPO A TRE – In effetti, sotto l’aspetto quantitativo, il tecnico juventino ha a disposizione diverse carte da poter giocare nel reparto di centrocampo e non a caso, infatti, l’ipotesi di vedere dal 1′ un trio in mezzo al campo contro il Chievo sta sempre più prendendo piede: nonostante le assenze per infortunio di Marchisio e Khedira, infatti, Allegri potrebbe schierare Pjanic come regista e Sturaro e Matuidi ai suoi fianchi. Il francese , alla prima da titolare con la sua nuova maglia, sarebbe la chiave di questa nuova svolta tattica, considerata la sua capacità di inserimento in fase offensiva, la sua abilità nel difendere e la sua duttilità nell’occupare qualsiasi zona della mediana. Senza dimenticare, infine, la presenza in panchina di Bentancur, giocatore molto giovane ma talentuoso e che potrebbe dunque dare una mano ai compagni a partita in corso.

Condividi