Allegri, il Psg e quel destino che sembra già scritto

allegri conte
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico toscano è il sogno dello sceicco Al-Khelaifi che vorrebbe portarlo a Parigi dall’inizio della prossima stagione. E la Juventus potrebbe fare davvero poco per trattenere Allegri

Vi facciamo una domanda: se la squadra più ricca del mondo vi volesse come allenatore, voi rifiutereste mai? Se la risposta è sì, ecco la domanda successiva: se la squadra più ricca del mondo vi rendesse l’allenatore più ricco del mondo, voi rifiutereste mai? Probabilmente no. Ed è più o meno questa l’attuale situazione di Max Allegri che, nonostante il contratto con la Juve sino al 2020, a fine stagione potrebbe volare sotto la Tour Eiffel.

Al-Khelaifi lo vuole al Psg e quando uno degli uomini più ricchi al mondo vuole qualcosa… alla fine, di solito, la ottiene. Da parte sua Max avrebbe la possibilità di allenare una squadra di fenomeni (Neymar, Mbappé, Cavani & Co.) con uno stipendio da fenomeno, lanciandosi per la prima volta in carriera al di fuori dei confini nazionali. La volontà dei parigini sarebbe quella di rinforzare ulteriormente una rosa già ultra competitiva nel prossimo mercato estivo: l’obiettivo, chiaro, quello di andare a prendersi la Champions. Inutile poi sottolineare come le doti gestionali di Allegri sarebbe perfette per un club in cui convivono tantissime prime donne spesso in frizione tra loro. Insomma, tutti i pezzi del puzzle combacerebbero perfettamente.

Ma la Juve in tutto questo? I bianconeri sanno perfettamente di non poter competere, da un punto di vista economico, con i francesi. L’unica speranza di Madama è che l’attaccamento ai colori bianconeri e alla città di Torino di Max, alla fine, possa prevalere. Tuttavia, in molti vicini all’ambiente Juve hanno la sensazione che questa possa essere davvero l’ultima stagione del tecnico sotto la Mole. D’altra parte le sirene di Al-Khelaifi chiamano, il portafogli pure.