Arbitri in difficoltà? Ci pensa la moviola!

serie A
© foto www.imagephotoagency.it

Il nuovo aiuto agli arbitri giunge dalla tecnologia, sarà la moviola lo strumento che permetterà di rimediare agli errori commessi dagli arbitri.

Quante volte abbiamo immaginato di poter ritornare indietro nel tempo per non ripetere gli stessi errori? Dal 2018 sarà possibile nel mondo del calcio.  Lo spiega Roberto Rosetti, responsabile del progetto italiano della VAR (Video assistant referee) che assicura un miglioramento nella scelta degli arbitri. Chi sarà in campo avrà la possibilità di rivedere il replay e giudicare grazie agli assistenti del Var. Le scelte riguardanti gli episodi decisivi di una partita, spesso giudicate sbagliate, potranno essere prese e analizzate correttamente grazie alla tecnologia. Il progetto ora è ancora in fase di sperimentazione, ma il 2018 è posto come obiettivo. La moviola sarà il mezzo che permetterà agli arbitri di non commettere più errori decisivi, errori riguardanti gol, rigori, scambi di persona e espulsioni.

In caso di errore dell’arbitro scatterà l’avviso dato dal Var che avrà avuto la possibilità di rianalizzare le immagini da più inquadrature e ripetizioni. Basteranno pochi secondi per evitare risultati sbagliati, ma all’arbitro in campo spetterà comunque l’ultima decisione. Dall’inizio dei test sono state osservate 31 partite e 235 azioni sospette”, azioni che potrebbero non esistere più grazie a una nuova prospettiva del calcio che ci permetterà di migliorare, di non sbagliare e di tornare indietro nel tempo. Ma cosa succederà in futuro? Basterà davvero la decisione del Var a evitare polemiche e critiche? O bisognerà comunque rigiocare la partita secondo alcuni tifosi critici? Attendiamo i nuovi progressi che ci eviteranno futuri errori ma forse non future accuse di complotti e critiche prevenute.

Articolo precedente
cagliari- juveMarco Borriello, da Ibiza a Cagliari è resuscitato
Prossimo articolo
paulo dybalaDybala si vernicia le scarpe di nero, ecco perchè