Asl Genova VS Asl Napoli su Genoa-Napoli: «Negare partenza come negare diritto»

© foto www.imagephotoagency.it

Asl Genova VS Asl Napoli: «Negare partenza come negare diritto». La replica dell’autorità locale ligure su Napoli-Genoa

Sulle pagine de Il Giornale, arriva la replica della Asl 3 di Genova alla Asl di Napoli: le due autorità si erano scontrate sulla scelta dell’azienda sanitaria ligure di lasciar partire il Genoa alla volta della Campania per permettere la disputa di Napoli-Genoa.

«Abbiamo applicato il protocollo alla lettera. Se avessimo proibito al Genoa di partire per Napoli, avremmo negato alla squadra di usufruire di un loro diritto», ha spiegato il direttore dell’Asl genovese.

Che conclude: «Appena arriva la segnalazione di un caso di covid si apre subito un canale di dialogo con il medico sociale con cui si valuta il tipo di rapporti che il soggetto ha avuto. Nel caso del Genoa dopo la prima positività, tutti i calciatori sono stati ritenuti contatti stretti da mettere in isolamento domiciliare. In base alla normativa, vengono disposti nuovi accertamenti e viene permesso ai calciatori di continuare ad allenarsi e a giocare, quindi a lavorare, rimanendo in una sorta di bolla. Che significa isolamento, spostamenti con mezzi privati, trasferte con aereo privato, e rientro in isolamento dopo la partita. E così è stato fatto».

LEGGI ANCHE: Juve-Napoli: ipotesi rinvio con penalizzazione. Le ultimissime

Condividi