Auguri a Roberto Baggio!

© foto Pino Cristiano e Roberto Baggio

Un augurio al codino più famoso d’Italia, Roberto Baggio. Raccontato da un nostro ospite e suo ex avversario Pino Cristiano

Oggi 18 Febbraio 2017, una delle più brillanti stelle del calcio italiano, Roberto Baggio Divin Codino spegne 50 candeline. In onore di questo evento abbiamo deciso di farci raccontare da vicino le sue gesta, da chi le ha vissute e cercato di contrastare. L’ex Casertana, Licata, e Frosinone, Giuseppe Cristiano.

«Baggio l’ho incontrato purtroppo una solo volta quando era ancora molto giovane. Coppa Italia Licata -Fiorentina. Lui regista e io mediano incontrista, inutile dire che per me fu una partita durissima. Baggio ci fece due goal e sul secondo mise a sedere l’intera difesa. Ricordo ancora che l’allenatore della Fiorentina, all’epoca Bruno Giorgi lo sostituì a pochi minuti dalla fine regalandogli una standing ovation totale, con tutto il pubblico di Licata in piedi ad applaudirlo. Sicuramente nonostante la sconfitta per 3-1 questo è uno dei ricordi più belli della mia carriera, aver affrontato un grandissimo giocatore destinato a diventare un campione assoluto.»

Già proprio un campione assoluto che il 28 dicembre del 1993 corona la propria carriera, dopo aver trascinato la Juventus in Coppa Uefa, alzando il Pallone d’Oro al Delle Alpi dinnanzi a più di quarantamila tifosi, scavalcando giocatori del calibro di Erik Cantona e Dennis Bergkamp. Ad una stella del calcio mondiale, amato dalle tifoserie non solo per la classe e la bravura ma soprattutto per il comportamento e la correttezza va quindi un Augurio dalla Redazione di Junews24 e dallo stesso Giuseppe Cristiano, nostro ospite.

Articolo precedente
Roberto BaggioRoberto Baggio, il Divin Codino e il gran rifiuto
Prossimo articolo
Claudio Marchisio juventus-milanMarchisio, il ritorno del Principino 634 giorni dopo